È prevista per oggi la scadenza per presentare domanda utile per partecipare ai 5 concorsi pubblici indetti da Unipd, che cerca diplomati e laureati da inserire nella gestione dell’Ateneo con un contratto a tempo indeterminato. Le domande per poter partecipare, infatti, devono essere presentate entro il 2 marzo, altrimenti non si potrà partecipare alla selezione prevista per accedere. I bandi possono essere visionati attraverso il sito istituzionale dell’Università di Padova.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Pensioni

Dopo aver redatto la domanda di accesso è necessario inviarla via raccomandata alla sede dell’UniPd, oppure tramite posta certificata.

Prova d’esame per i posti a disposizione

In tutto i posti messi a disposizione da Unipd sono 5 e sono suddivisi tra 4 posti per l’area tecnica e 1 posto nei servizi generali e tecnici.

Per l’area tecnica è prevista l’assunzione di 3 laureati ed 1 diplomato. Mentre per i servizi generali sarà necessario anche solo il diploma per riuscire ad accedere all’unico posto disponibile. Per i cinque posti a disposizione ci sarà una dura selezione che avverrà tramite prove d’esame a cui i candidati dovranno sottoporsi. Come sottolinea la stessa Università di Padova, attraverso una sezione specifica del proprio sito internet, le selezioni per il personale tecnico amministrativo avverranno anche con altre modalità oltre quella di selezione pubblica per titoli o colloqui.

Tra le modalità c’è anche quella delle selezione degli iscritti nelle graduatorie già presenti all’interno dei Centri per l’Impiego Provinciali a seguito di adesione all’offerta di lavoro (Categoria B, posizione economica B1).

Inoltre è possibile anche l’assunzione degli iscritti che fanno parte della lista costituita dagli appartenenti alle categorie protette, così come previsto dalla Legge 68 del 12.3.1999.

Stop a chi è stato licenziato dal pubblico impiego

Non potranno partecipare alla selezione e quindi non potranno presentare la domanda, coloro che sono stati licenziati, dispensati o destituiti qualora avessero già lavorato nel pubblico impiego. Tra gli altri requisiti di ammissibilità l’Università di Padova ha inserito anche la necessità di essere cittadini italiani o di uno stato membro dell’Unione Europea, essere idonei del punto di vista fisico, ed aver assolto tutti gli obblighi del servizio di leva qualora si fosse nati prima del 1985.