Grandi novità in arrivo per chi si appresta a diventare insegnante. In queste ore la Commissione parlamentare ha dato parere favorevole per l’introduzione di un nuovo sistema di formazione e reclutamento degli insegnanti col quale non sarà più previsto il TFA. Il nuovo sistema si chiama FIT, acronimo di formazione iniziale e tirocinio. Dunque, abolita l’abilitazione, sarà possibile diventare docenti in maniera graduale attraverso un percorso di tirnocinio, che verrà retribuito. Scopriamo insieme tutti i dettagli sulla riforma del sistema per il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento.

Che cosa è il FIT e in cosa consiste

Come si è già detto, il FIT è un nuovo percorso che permetterà di ottenere l’abilitazione all’insegnamento e andrà a sostituire il famigerato TFA. Più specificamente, si tratta di una formazione della durata di tre anni, durante i quali l’aspirante docente effettuerà un percorso di tirocinio. Dunque, durante questo periodo ci sarà un primo anno di specializzazione e relativa valutazione e altri due anni di “pratica” mediante laboratori, lezioni e tirocini nelle scuole.

Concluso il percorso dei tre anni, si sarà soggetti ad una valutazione da parte degli organi collegiali. Nel corso dei tre anni di formazione/Lavoro gli aspiranti docenti saranno retribuiti, infatti essi avranno un contratto a tempo determinato al termine del quale, con ogni probabilità, entreranno in ruolo con un contratto a tempo indeterminato.

I requisiti per accedere al FIT

Ovviamente, per poter iniziare il percorso FIT è necessario avere determinati requisiti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Scuola

Nello specifico sarà necessario avere 24 crediti prima della laurea, negli ambiti psico-pedagogici, didattici e antropologici, dopodiché bisognerà sostenere un concorso utile per accedere al percorso triennale. Il primo concorso partirà molto probabilmente nel 2018. Poi inizierà il primo ciclo del percorso triennale di formazione iniziale e tirocinio. Attualmente il Governo sta lavorando per lo svuotamento delle graduatorie degli abilitati (GaE e II fascia di istituto) e alla stabilizzazione dei precari con 36 mesi di servizio.

L’altro obiettivo del Governo è quello di permettere ai docenti non abilitati presenti nelle fasce che abbiano svolto tre anni di accedere direttamente al secondo anno di formazione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto