Le ultimissime novità al 5 aprile 2017 sulle pensioni precoci giungono da Occhiodoro che in un post su Facebook ha finalmente reso noto ai suoi quanto si è convenuto ieri nell'incontro con i sindacati. Il post era atteso già da ieri sera ed i precoci tutti erano in gran fermento. Occhiodoro, amministratore del gruppo 'lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti' si è in primis scusato con i suoi per il ritardo nell'aggiornamento, poi ha fatto un sunto delle richieste fatte ai sindacati.

Pubblicità

Eccovi le ultimissime novità e le prossime mosse verso cui si muoverà il gruppo per proseguire verso l'ottenimento della quota 41 per tutti facendo pressing nei confronti del Governo.

Novità pensioni precoci, cosa è emerso dall'incontro con Cgil, Cisl e Uil?

Occhiodoro fa presente sulla pagina ufficiale facebook del gruppo precoci che ieri in occasione dell'incontro con i sindacati si è stabilito che il "4 maggio dalle 10 alle 14 si terrà una manifestazione presidio che sarà indetta da noi a Piazza Montecitorio davanti al Parlamento".

Le parole d'ordine, prosegue il precoce, continueranno ad essere:

  • 41 anni per tutti
  • Flessibilità in uscita per ottenere la pensione anticipata slegata da prestiti o mutui
  • abolizione dell'aspettativa di vita, al pari degli usuranti, per i lavoratori precoci
  • Per tutti gli altri lavoratori intervallo di rilevazione, su cui basare l'aspettativa di vita, almeno ogni 5 anni.
  • Revisione del metodo contributivo
  • separazione della previdenza dall'assistenza

Inoltre fa presente Occhiodoro la manifestazione avrà un altro fine, ossia quelli di fare la giusta pressione al Governo affinché vengano eliminati i paletti restrittivi posti sulla quota 41, attraverso un decreto "che modifichi in maniera sostanziale i paletti e mi riferisco in particolare alla suddivisione che è stata fatta sui disoccupati che il governo vuole di serie A e di serie B nonchè alle discriminanti, ad esempio l'età, che il governo vuole inserire per permettere l'uscita dal posto di lavoro".

Pubblicità

CGIL e UIL presenzieranno alla manifestazione indetta dai precoci il 4 maggio

Occhiodoro fa presente che i decreti alla data di ieri non erano ancora pronti, e che la Cgil e la Uil hanno già provveduto a dare la loro adesione alla manifestazione del 4 maggio prossimo, mentre si attende ancora la decisione della CISL, che dovrebbe, a detta di Occhiodoro, comunque essere con buona probabilità al loro fianco in piazza. Il precoce estende altresì, al termine del post, l'invito a tutti coloro che sposano la causa della quota 41, indipendentemente dal gruppo facebook di appartenenza, la cosa importante è raggiungere l'obiettivo.

"E' estremamente importante che almeno per una giornata vengano messe da parte le controversie". L'invito è altresì rivolto a opzione donna proroga 2018, agli esodati e ai lavoratori stagionali e invalidi. Nei prossimi giorni verranno, dice, chieste le dovute autorizzazioni in questura, vi è tutto il tempo per organizzarsi al meglio e scendere a Roma uniti. Il post si conclude con un informazione che racchiude in sé speranze, domani, scrive, è confermato l'incontro alle 17,30 tra governo e sindacati, e Occhiodoro garantisce che una delegazione di precoci sarà come sempre presente per aggiornare gli altri.

Pubblicità

Pensioni 2017, Occhiodoro in esclusiva ci aggiorna: incontro positivo

"L'incontro è stato abbastanza lungo ( circa 3 ore): alla fine comunque abbiamo appurato che su molte cose ci troviamo d'accordo: in fondo la piattaforma sindacale sulle Pensioni è abbastanza simile alla nostra. Anche loro sono abbastanza meravigliati che ancora non ci siano i decreti attuativi. Si sono dichiarati da subito disponibilissimi rispetto alla manifestazione ( la CGIL e la UIL, mentre la Cisl a causa del suo congresso non si è pronunciata ancora). Anche loro spingono per le modifiche a quella mostruosità che è rappresentata dalla differenziazione tra disoccupati. In finale è stato un incontro positivo e costruttivo: poi se son rose fioriranno".