Il Governo Italiano ha posto in essere un importante iniziativa a favore di quelle famiglie che ogni giorno versano in difficili condizioni economiche. Tale intervento prende nome SIA (Sostegno per l'inclusione attiva) e prevede un sussidio di 80 euro per ogni componente della famiglia. Secondo la media calcolata, ogni famiglia riceverà un sussidio totale pari ad una somma di 320 euro mensili, erogato mediante carta prepagata.

Pubblicità
Pubblicità

Chi rientra nei requisiti previsti dall'INPS, dunque, potrà richiedere ed ottenere la nuova Social Card. Per questa nuova importante iniziativa, il Governo ha stanziato oltre 700Mln. di euro e circa 200 famiglie potranno beneficiarne. La SIA, che ricordiamo sta per Sostegno per l'Inclusione Attiva, prevede due strumenti di supporto differenti per le famiglie che potranno goderne: sussidio economico di 80 euro per ogni componente della famiglia; inclusione in un progetto di attivazione sociale e lavorativa.

Pubblicità

In questo progetto saranno inclusi tutti i componenti familiari; i servizi previsti sono quelli di: ricerca di lavoro, partecipazione attiva a progetti di formazione, salute e prevenzione. Quanto ai requisiti, dei quali si è fatto prima menzione, ogni famiglia vessi in condizioni economiche difficili, potrà richiedere la carta SIA, sempre che siano rispettati i seguenti requisiti: cittadini italiani o comunitari; residenti in Italia da non meno di 2 anni; almeno un componente della famiglia deve essere minorenne, disabile, donna in maternità; nessun componente della famiglia deve essere proprietario di un automobile immatricolata l'anno prima; ISEE non superiore ai 3000 euro; non godere di altri aiuti economici che superino i 600 euro mensili.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro Lavoro

Lavoro 2017: come richiedere la SIA

Qualora si dovesse essere in possesso dei requisiti prima elencati, si potrà richiedere la nuova Social Card al proprio Comune d'appartenenza. In seguito alla presentazione della domanda, il proprio Comune, entra un periodo non superiore di 15 gg, procederà alle verifiche opportune per poi procedere all'invio della documentazione all'INPS. Dopo un'attenta analisi, l'INPS procederà ad assegnare un punteggio alla situazione familiare appena esaminata.

Al fine di poter ottenere la Social Card, è necessario che il punteggio assegnato dall'INPS sia perlomeno di 45 punti, tenendo in considerazione che il massimo punteggio assegnabile è 100 punti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto