Nuove opportunità per chi intende lavorare nel mondo della scuola e fare un'esperienza formativa arricchente con i bambini della Scuola primaria.

Con nota prot. 5737 del 07-11-17, il MIUR d'intesa con il CONI e con il sostegno del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e di diverse Regioni ed Enti Locali, ha promosso, anche per l'a.s. 2017-18, il progetto “Sport di classe”. I tempi previsti per presentare le candidature per gli aspiranti all'incarico di tutor sono molto stringenti, entro e non oltre lunedì 20 novembre. In questo articolo riportiamo tutti i dettagli sui requisiti e le modalità di partecipazione.

Pubblicità
Pubblicità

Progetto sport di classe

Obiettivo di questa meritoria iniziativa è quello di valorizzare la prativa sportiva e l'educazione fisica nella scuola primaria, anche al fine di promuovere stili di vita corretti e salutari, lo star bene insieme e con se stessi e l'inclusione sociale, conformemente a quanto previsto dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia e del primo ciclo d'Istruzione (D.M. 254/12).

Già nel 2013 Eurydice, la rete europea per l'informazione sull'istruzione, nel suo rapporto "Educazione fisica e sport a scuola in Europa" aveva evidenziato le criticità e i ritardi del nostro sistema scuola nella promozione dell'educazione fisica e della pratica sportiva a scuola con un gap stimato, tra gli scolari italiani e quelli europei, che può sfiorare anche le 500 ore (secondo una stima di skuola.net, riportata da La Stampa).

Progetto sport di classe per laureati in scienze motorie nelle scuole
Progetto sport di classe per laureati in scienze motorie nelle scuole

L'ingresso di un professionista in classe può senz'altro aiutare a recuperare questo gap anche ben oltre l'impegno orario effettivamente autorizzato dal Ministero, a partire dallo scambio virtuoso e proficuo di esperienze e competenze che si può realizzare con il docente di classe.

Sport di classe: le novità di quest'anno

Il coordinamento nazionale del progetto è affidato all’Organismo Nazionale per lo Sport a Scuola, che include rappresentanti del MIUR, del CONI e del CIP e, a livello regionale, dagli Organismi Regionali per lo Sport a Scuola.

Pubblicità

Il progetto, quest'anno, sarà rivolto a tutte le classi 4^ e 5^ delle scuole primarie d’Italia, statali e paritarie, e prevede, rispetto agli anni scolastici precedenti, un incremento delle ore realizzate dal Tutor per ogni classe.

Complessivamente saranno infatti 21 le ore per ciascuna classe assegnata, in un periodo compreso tra inizio gennaio e giugno, ripartite in 20 ore di compresenza con il docente titolare della classe (con un impegno di 1 ora a settimana), e 1 ora per attività trasversali.

Per le Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, è previsto, inoltre, una possibile integrazione da parte delle scuole per le classi dalla prima alla terza, approfittando delle risorse europee del progetto PON “Per la Scuola” 2014-2020.

Le scuole statali e paritarie, sedi di scuola primaria, che intendano partecipare al progetto per l'anno scolastico in corso, dovranno registrare l’adesione dei propri plessi sull’area riservata del sito www.progettosportdiclasse.it, dal 14 novembre al 4 dicembre, provvedendo agli adempimenti dettagliatamente richiamati nella succitata nota prot.5737 del 07/11/2017.

Pubblicità

Sport di classe: la figura del tutor sportivo

Il Tutor partecipa alle attività del Centro Sportivo Scolastico per la scuola primaria, fornendo un supporto dal punto di vista organizzativo, metodologico e didattico. Tra i suoi compiti rientrano, tra l'altro:

  • La collaborazione con l’insegnante di classe alla programmazione, alla progettazione e realizzazione delle attività didattiche motorie e sportive scolastiche,
  • La partecipazione all’individuazione delle più idonee strategie per l'inclusione e la partecipazione attiva degli alunni con Bisogni Educativi Speciali (BES) e con disabilità;
  • La programmazione, l'organizzazione e la presenza in occasione dei Giochi di primavera e dei Giochi di fine anno scolastico
  • Creare un raccordo tra la scuola e il sistema sportivo del territorio .

A tal fine il tutor sportivo è tenuto a partecipare obbligatoriamente al piano di formazione iniziale regionale e ai successivi incontri di coordinamento e di formazione realizzati dall’Organismo Regionale e Provinciale per lo Sport a Scuola

Termini, modalità e requisiti per la partecipazione

L’individuazione dei Tutor avviene attraverso un “Avviso pubblico per ricerca di Tutor Sportivi Scolastici” reperibile sul sito www.progettosportdiclasse.it dove vengono individuati i requisiti per la partecipazione al progetto, le prestazioni lavorative richieste e le modalità di svolgimento, i compensi previsti e le incompatibilità nello svolgimento dell’incarico.

Pubblicità

I Tutor stipuleranno un contratto di prestazione sportiva dilettantistica con il Presidente del Comitato Regionale del CONI competente per territorio. Hanno l'obbligo di rendersi pienamente disponibili per lo svolgimento dell’incarico, in relazione alle attività didattiche, di progettazione e di formazione, che potranno svolgersi sia in orario antimeridiano che pomeridiano. Saranno individuati dagli Organismi regionali per lo sport in base ad un elenco graduato dei candidati per la rispettiva Regione. Ai candidati sono richieste competenze metodologiche e didattiche per l’insegnamento dell’educazione fisica nella scuola primaria secondo le indicazioni nazionali per il curricolo del primo ciclo d’istruzione; competenze relazionali, comunicative, predisposizione alla socializzazione ed al lavoro in team; conoscenze e competenze nelle strategie di inclusione e integrazione ; oltre a competenze informatiche e organizzative e alla conoscenza della normativa vigente nell'ambito scolastico;

Il compenso orario previsto è di 15 euro omnicomprensive. Gli incarichi, come precisato, prevedono un impegno orario di 21 ore per classe.

Per partecipare è necessario presentare apposita istanza registrandosi sull’area riservata del sito dedicato all'iniziativa www.progettosportdiclasse.it. Le domande vanno inviate dal 7 al 20 novembre 2017.

Eventuali problematiche relative al malfunzionamento del portale possono essere segnalate, invece, via e-mail all'indirizzo: sportdiclasse@coni.it.

Il Tutor che dovesse rinunciare all'incarico dovrà darne obbligatoriamente comunicazione,indicandone le motivazioni, per e-mail al Dirigente Scolastico, al Presidente del Comitato regionale CONI e al Referente territoriale di educazione fisica.

Clicca per leggere la news e guarda il video