Aumentano le polemiche dopo che il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio intervenuto alla trasmissione 'Otto e mezzo', sembra aver tralasciato il noto problema legato alla proroga del regime sperimentale donna. È questo il motivo che induce la rappresentate del comitato Opzione Donna a chiedere un nuovo intervento che possa prorogare la misura oltre il 2018.

Di Maio illustra Quota 41 e Quota 100

Il vicepresidente alla Camera Di Maio, infatti, si sarebbe concentrato maggiormente su altri temi considerati fondamentali per garantire una maggiore flessibilità in uscita dall'attività lavorativa.

Si tratta dell'introduzione della Quota 41 e della Quota 100 al fine di eliminare le storture causate dalla precedente Legge Fornero varata nel lontano 2012. Inoltre, nell'agenda politica del Movimento 5 Stelle ci sarebbe anche l'abrogazione definitiva della riforma pensionistica; argomento molto discusso, punto cardine del programma elettorale dei pentastellati e del centrodestra.

Nel bel mezzo della campagna elettorale che porterà alle elezioni politiche del 4 marzo, Di Maio avrebbe ricordato alcuni degli argomenti riportati nel programma: Quota 100, ovvero, l'uscita anticipata dopo il raggiungimento di almeno 62 anni di età anagrafica accompagnati dai 38 anni di versamenti contributivi in modo tale che la somma dell'età anagrafica e dell'anzianità contributiva sia uguale a 100.

Per i lavoratori precoci, invece, si pensa all'estensione del tanto discusso meccanismo di Quota 41 che darebbe la possibilità di anticipare l'uscita dopo la maturazione di 41 anni di contribuzione senza tenere in considerazione l'età anagrafica.

Critiche dalla Rispoli per la proroga dell'Opzione Donna

E queste due misure che il Movimento 5 Stelle intende eliminare gli effetti negativi della Riforma Fornero riscontrati nei trattamenti pensionistici.

Nel contempo, però, il vicepresidente della Camera dei Deputati, non avrebbe accennato nessuna misura in merito alla proroga dell'opzione donna, argomenti tanto discusso e che potrebbe facilitare alle lavoratrici l'accesso alla pensione. 'Molto grave essersi dimenticato di un punto così essenziale per le donne massacrate dalla Legge Fornero. Molto grave aver già perso un pezzo del programma elettorale appena pubblicato', ha spiegato Lucia Rispoli, rappresentante del Comitato Opzione Donna ancora alle prese con le richieste di proroga della misura oltre il 31 dicembre 2018.

Segui la nostra pagina Facebook!