Il comando generale della Guardia di Finanza cerca 380 allievi finanzieri per l'anno 2018. La ricerca avverrà tramite un concorso pubblico (per titoli ed esami). Possono partecipare al concorso tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto il diciottesimo anno d'età e non abbiano superato i 26 anni, che godano dei diritti civili e politici, che siano in possesso del diploma di istruzione secondaria (o che lo conseguano nell'anno 2017/2018), che non siano stati ammessi a prestare il servizio civile nazionale quali obiettori di coscienza, che non siano imputati o condannati, che siano in possesso delle qualità morali e di condotta e che non siano stati destituiti dall'impiego presso una pubblica amministrazione.

Dei 380 posti disponibili 335 sono per il contingente ordinario e 45 per il contingente di mare (a loro volta ripartiti in 15 per la specializzazione motorista navale e 30 per la specializzazione nocchiere).

Le prove d'esame e come candidarsi

Il concorso che permetterà di scegliere i 380 allievi finanzieri comprende:

  • una prova scritta consistente in un questionario a risposta multipla su vari argomenti come italiano e geografia (i candidati che abbiano presentato correttamente la domanda di partecipazione riceveranno una comunicazione per poter sostenere la prova, a partire dal 2 luglio 2018);
  • prove di efficienza fisica (diverse a seconda del contingente scelto ma comprendono salto in alto, corsa piana e piegamenti su braccia);
  • accertamento dell'idoneità psico-fisica;
  • accertamento dell'idoneità attitudinale (che consiste in test della personalità e colloqui attitudinali, uno dei quali eventualmente anche con uno psicologo).

Ad ogni visita o prova d'esame il candidato dovrà esibire la carta d'identità o un documento di riconoscimento in corso di validità.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata solo mediante procedura telematica disponibile all'indirizzo concorsi.gdf.gov.it entro le ore 12 del 15/06/2018. Gli aspiranti allievi finanzieri devono essere in possesso di un account di posta elettronica certificata (P.E.C.). Dopo la registrazione al portale dovranno accedere e compilare il form per la presentazione della domanda. La domanda di partecipazione ha valore di autocertificazione e chi la sottoscrive attesta di sapere che, in caso di false dichiarazioni, incorrerà nelle sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali.

Segui la nostra pagina Facebook!