Cominciare subito a lavorare in Parlamento sulla riforma Pensioni e i tagli ai vitalizi dei parlamentari, sulla giustizia e sul fisco, al di là di quale sarà il nuovo governo e in attesa di capire come vada il tentativo di Carlo Cottarelli, presidente del Consiglio incaricato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, di costituire l’esecutivo tecnico. "Facciamo partire il Parlamento", ha dichiarato oggi il leader della Lega Matteo Salvini mettendo ancora al centro della politica leghista il superamento della legge Fornero, una delle leggi tanto care all’Europa perché una garanzia per i conti pubblici.

Le possibili elezioni a luglio sembrano quindi allontanarsi con la proposta del leader del Carroccio che chiede di avviare subito il lavoro delle commissioni parlamentari permanenti per cominciare a produrre leggi.

Parlamento, Salvini a Casellati e Fico: far partire le commissioni

“Chiedo ai presidenti di Camera e Senato – ha detto il segretario federale del Carroccio - di insediare le Commissioni". Salvini ha le idee chiare su quali priorità affrontare in sede legislativa a prescindere dal nuovo governo.

“L'obiettivo, per ora limitato, è – ha spiegato il leader leghista - smontare un pezzo di legge Fornero”. Per smontare un pezzo della riforma pensioni targata Fornero probabilmente si pensa alla proroga di Opzione donna per la pensione anticipata rosa e all’introduzione della quota 100 che favorisce anche i lavoratori precoci che da anni reclamano di potere andare in pensione con la Quota 41, dunque con quarantuno anni di anzianità contributiva a prescindere dall’età anagrafica.

I precoci, con la Quota 100, potranno andare così in pensione a 59 anni con 41 di contributi.

Leader Lega: subito al lavoro su riforma pensioni, fisco e giustizia

Non solo previdenza. Tra le priorità che la Lega chiede al Movimento 5 stelle si affrontare sin da subito in sede parlamentare in concomitanza alla richiesta a Fico e Casellati di insediare le commissioni legislative permanenti, anche giustizia e fisco, senza dimenticare il taglio dei vitalizi parlamentari.

“Approvare la legittima difesa e – ha sottolineato Salvini come riporta La Repubblica - tagliare i vitalizi e alcune tasse”. Dunque basta perdere tempo, è l’appello del segretario del Carroccio. “L'unica cosa che non permetterò – ha detto - è che, in attesa di capire cosa fa Cottarelli e dove va Mattarella, gli italiani – ha sottolineato - abbiano un Parlamento che non lavora". In un clima politico a dir poco incandescente Matteo Salvini non vuole rinunciare alle battaglie leghiste, prima fra tutti, come ha ribadito oggi, il superamento della legge Fornero. Su questo M5s e Lega hanno i numeri.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Resta comunque ancora da capire come sarà risolta questa crisi che sembra aver gettato l’Italia nel caos in preda ai mercati.

Segui la nostra pagina Facebook!