La messa a disposizione (MAD) è un’istanza informale, che può essere presentata per candidarsi come supplente sia come docente sia come personale Ata, nei differenti istituti d'Italia. E' utile precisare che le Mad saranno prese in considerazione in caso di graduatoria esaurita. Al momento molte scuole stanno provvedendo a pubblicare gli avvisi dei tempi e modi per inviare tale domanda. Vediamo nel dettaglio cosa comunicano alcuni avvisi, circa la regolamentazione domande messa a disposizione (MAD) per il prossimo a.s. 2018/2019.

Pubblicità
Pubblicità

Regolamentazione domande messa a disposizione

Molte istituti da ieri 31 luglio 2018 hanno iniziato a pubblicare i primi avvisi circa i modi e i tempi per inviare le Mad, in modo da poter garantire il buon andamento didattico e amministrativo del prossimo anno scolastico. Per la maggior parte degli avvisi pubblicati sino ad ora viene fissato come tempo utile per l'invio delle Mad, il periodo compreso tra il primo agosto e sino al 15 settembre 2018. Inoltre, negli avvisi viene precisato che le domande che perverranno oltre il 15 settembre non saranno prese in considerazione.

Le domande potranno essere inviate tramite apposito modello con l’indicazione dei titoli posseduti per l’insegnamento nei vari profili richiesti. Inoltre, le domande dovranno essere corredate con il proprio curriculum vitae in formato europeo, agli indirizzi di posta elettronica istituzionali delle scuole d'interesse. E' utile precisare che nel modello di domanda dovrete specificare in modo chiaro:

  • la classe di concorso,
  • il tipo di posto e
  • l’ordine di Scuola.

Cosa dovrà contenere la Mad

Nella domanda di messa a disposizione innanzitutto dovranno essere inseriti i dati anagrafici del docente o personale Ata, a seguire dovranno essere inseriti i titoli conseguiti e le esperienze avute nel settore scolastico.

Pubblicità

Molto importante è inserire anche la classe di concorso di abilitazione all'insegnamento. Per aumentare la possibilità che la propria MAD vada a buon fine, è fondamentale inviarne in differenti istituti scolastici, diversificando le provincie. Infine è utile sapere che gli eventuali incarichi ricevuti tramite Mad consentiranno di aumentare il proprio punteggio nelle graduatorie scolastiche, per un punteggio massimo di 12 punti per una supplenza superiore a 166 giorni: il primo punto viene attribuito per una supplenza superiore a 16 giorni.

Leggi tutto