Nel mese di settembre il Governo sarà chiamato a svelare il proprio piano di riforma del settore previdenziale e del welfare, stante l'avvio della discussione in parlamento della nuova Manovra 2019. Ma ad attendere i dettagli concreti sulle prossime iniziative di flessibilità non ci sono solo i lavoratori, che sperano in un allentamento delle regole di accesso all'Inps. Anche i mercati hanno infatti sospeso il proprio giudizio, in attesa di poter verificare quale sarà l'impatto delle decisioni giallo-verdi sul bilancio (e quindi sulla tenuta dei conti pubblici).

Pubblicità
Pubblicità

Tra le agenzie che stanno monitorando con attenzione la situazione troviamo anche Moody's, che già nel recente passato non ha lesinato le proprie perplessità in merito al'avvio del decreto dignità. Un provvedimento che secondo i tecnici "rappresenta un lieve cambiamento piuttosto che una retromarcia vera e propria rispetto alle precedenti riforme del lavoro" mentre "le misure approvate riducono la flessibilità ed è improbabile che portino ad un aumento concreto dei contratti a tempo indeterminato".

Insomma, il focus sulla legge di bilancio sarà probabilmente piuttosto attento e severo, soprattutto nel caso vi sia una politica di allentamento delle regole che garantiscono la tenuta dei conti pubblici.

Riforma pensioni e LdB2019: possibile un downgrade del rating

Stante la situazione appena descritta, Moody's avrebbe quindi deciso di sospendere il proprio giudizio, rimandandolo alla diffusione della nota di aggiornamento del Def. In questo modo, sarà possibile fare maggiore chiarezza sul percorso di riforme proposte dal Governo e quindi sull'impatto della nuova Quota 100, del reddito e delle Pensioni di cittadinanza, oltre che sull'applicazione della nuova flat tax.

Pubblicità

Il rischio nel caso in cui la valutazione fosse negativa è quello di arrivare ad un downgrade del giudizio di merito, attualmente fissato a livello "Baa2". Uno scenario che presenta però diverse ipotesi di ricadute negative sui mercati, stante che un ribasso della valutazione avrebbe inevitabilmente un impatto sui titoli di debito pubblico emessi dallo Stato e sugli interessi che devono essere garantiti agli investitori per mantenere i livelli di acquisto e turn over delle obbligazioni.

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione dei lettori qualora desiderino aggiungere un commento nel sito o nella pagina Facebook "Riforma Pensioni e Lavoro" in merito alle ultime novità su welfare e previdenza riportate nell'articolo.

Leggi tutto