Arrivano novità sul concorso dei docenti precari della Scuola: altri 7 mila insegnanti delle graduatorie di terza fascia, non abilitati, sono stati ammessi a partecipare al bando semplificato, con sola prova orale, indetto per i precari storici dall'ex ministro dell'Istruzione, Valeria Fedeli. Si tratta dei docenti non abilitati, insegnanti di sostegno con meno di tre anni di servizio, tecnico-pratici, insegnanti musicali e Isef. Lo ha stabilito la sentenza del Consiglio di Stato del 17 agosto 2018 in merito alla questione della partecipazione al concorso degli insegnanti precari delle graduatorie di terza fascia, finora esclusi dai concorsi pubblici, compresa la prova non selettiva prevista dai bandi sanatoria dello stesso neo-ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti.

Pubblicità

Nel frattempo, lo stesso Bussetti starebbe studiando una prova di concorso nazionale ordinaria, ma solo in alcune province ed esclusivamente per determinate classi di concorso, con bando in uscita per il 2019.

Concorsi speciali scuola per docenti precari: ammessi in 7 mila al bando

La sentenza del Consiglio di Stato di due giorni fa in merito alla partecipazione ai concorsi dei docenti precari, ribaltando alcune sentenze dei Tribunali amministrativi, stabilisce che gli insegnanti con almeno tre anni di servizio nella scuola sulla singola disciplina (pari a 180 giorni di servizio per ciascun anno scolastico) e gli insegnanti sul sostegno con specializzazione (sia con tre anni di servizio che al di sotto dei 36 mesi), potranno partecipare al concorso dei precari della scuola.

In più, i docenti tecnico-pratici, insegnanti musicali e Isef saranno tutti ammessi alla prova orale anche senza l'abilitazione. Il quotidiano Repubblica parla di settemila candidati aggiuntivi provenienti dalle graduatorie di terza fascia. Secondo quanto affermato da Pasquale Vespa, Presidente dell'Anddl (Associazione nazionale docenti per i diritti dei lavoratori), è prevista una serie di ricorsi da parte dei docenti laureati con anni di servizio nell'insegnamento della singola disciplina, dato che potranno partecipare alla prova semplificata orale anche i docenti senza abilitazione. La parola definitiva dei ricorsi sarà data dal Consiglio di Stato il prossimo 20 settembre.

Pubblicità

Categorie di docenti ammessi ai concorsi per precari nella scuola e anticipazioni bando Miur 2019

Alla luce della sentenza del Consiglio di Stato, potranno partecipare al concorso semplificato nella scuola con la sola prova orale, oltre alle categorie sopracitate, anche i docenti precari non abilitati tecnico-pratici, gli insegnanti iscritti alla classe A 023 (Italiano L2), i dottori di ricerca, gli insegnanti del Conservatorio o delle Belle arti, nuovo e vecchio ordinamento (Afam), i docenti dei licei musicali, i licei musicali con accantonamento dei posti, i professori dell'Isef e gli abilitati sull'estero.

Inoltre, secondo quanto scrive oggi sul proprio sito Repubblica, il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti starebbe lavorando al bando di concorso ordinario previsto per il 2019 da realizzare nelle province che necessitano di nuove immissioni in ruolo di insegnanti per determinate materie ed esclusivamente (perlopiù scientifiche) per alcune province (ad esempio, quelle della Lombardia).