In attesa che il cedolino di settembre venga caricato nell'apposita area riservata del sito NoiPa, i dipendenti della pubblica amministrazioni interessati, grazie al servizio Self Service, hanno già potuto conoscere l'importo netto del proprio stipendio che questo mese sarà esigibile con qualche giorno di anticipo rispetto alla consueta data. Infatti sarà il 21 settembre 2018il giorno in cui avverrà l'esigibilità.

Data di esigibilità dello stipendio di settembre

L'allegato 1 del decreto legge 350/2001 stabilisce le date di esigibilità per gli amministrati NoiPa che però questo mese subiranno una variazione per i dipendenti amministrativi delle direzioni provinciali del Tesoro con ruoli di spesa fissa e per tutti gli altri dipendenti statali.

Pubblicità

Siccome il giorno 23 (consueto giorno di accreditamento dello stipendio) cade di domenica, il giorno di esigibilità dello stipendio di settembre 2018 sarà anticipato al il giorno 21, l'ultimo giorno lavorativo utile. Nessuna variazione di data invece per i supplenti che potranno usufruire del proprio stipendio come di consueto il giorno 26 del mese.

Si ricorda inoltre che, così come prevista dalla normativa Sepa, gli istituti di credito, possono accreditare lo stipendio sui singoli conti correnti dalle ore 00.00 fino alle ore 24.00 del giorno interessato, quindi potrebbe capitare che alcuni dipendenti avranno l'esigibilità al mattino presto e altri solamente in tarda serata.

Qualora si verificassero ulteriori ritardi di accreditamento dello stipendio, essi saranno da attribuire esclusivamente a problematiche dipendenti dal proprio istituti di credito.

Come poter modificare l'esigibiità dello stipendio di settembre 2018

Tra le FAQ presenti sul sito ufficiale di Noipa ci sono anche delle importanti indicazioni sul come poter modificare la modalità di riscossione dello stipendio. Una volta effettuato l'accesso sul portale del Ministero con le proprie credenziali, selezionando la funzionalità "Variazione modalità di riscossione dello stipendio" si può scegliere tra le tre tipologie di accredito disponibili:

  • conto corrente SEPA/carta conto;
  • conto corrente SEPA estero;
  • libretto postale elettronico.

Una volta salvata la variazione della modalità di accredito dello stipendio con esito positivo, non resta altro che attendere che la richiesta venga evasa dal Ministero.

Pubblicità