Pubblicità
Pubblicità

In un momento storico non proprio felice per il nostro Paese dal punto di vista economico, si sente sempre più parlare del problema relativo ai cinquantenni disoccupati, tra le principali vittime di quella che è diventata la nostra società, una società improntata sul precariato e sempre alla ricerca di figure giovani. Proprio per questa ragione, spesso gli appartenenti a questa categoria restano senza lavoro e senza possibilità di trovarne uno nuovo. A Firenze, però, c'è l'azienda Mr Kelp che sta attuando la strategia contraria: assumere proprio gli ultracinquantenni per contribuire a risolvere questa piaga sociale.

Pubblicità

Mr Kelp va controcorrente: assume esclusivamente persone sopra i cinquant'anni

Secondo quanto riferisce il quotidiano Il Mattino, Mr Kelp è un'azienda affermata facente parte del settore dei multiservizi. Il gruppo è nato grazie ad un'idea da parte di un gruppo di amministratori di condomini di Firenze, che hanno avviato un servizio di pulizie e di riparazioni degli stabili che potesse soddisfare le esigenze dei loro clienti. La strategia utilizzata, però, è quella di assumere soltanto persone reduci da situazioni di precariato, fallimento oppure da disoccupazione.

Tutti coloro i quali sono rimasti senza lavoro a causa della chiusura della loro precedente azienda, o per un qualsiasi altro motivo non causato da loro, hanno la possibilità di essere assunti. Un caso più unico che raro, ovviamente.

Firenze: le dichiarazioni di un lavoratore assunto da Mr Kelp

Fino a questo momento gli assunti, tenendo conto di questo, sono stati una ventina. Alessandro Marzocca, uno dei tre imprenditori alla guida del marchio, ha spiegato di aver fatto questa scelta ben precisa per privilegiare l'inserimento lavorativo di uomini e donne che hanno perso il loro posto di lavoro a causa della crisi, perché l'obiettivo è quello di dare un'opportunità a quelle persone cinquantenni che si trovano in questo momento in difficoltà.

Pubblicità

Anche uno dei nuovi assunti in azienda, il cinquantaseienne Massimo, ha voluto parlare spiegando che era il proprietario di un'azienda che purtroppo è stata spazzata via dalla crisi e che dal momento di quel triste episodio pensava di non riuscire mai più a trovare una nuova occupazione. Fortunatamente, invece, ha incontrato l'azienda Mr Kelp, che, nel suo piccolo, sta cercando di contribuire al superamento di una crisi che imperversa nel nostro paese ormai da troppi anni.