Proseguono le convocazioni dalle nuove graduatorie di terza fascia Ata in diverse province. In molti istituti scolastici risultano esaurite le graduatorie di prima e seconda fascia, per cui si procede con lo scorrimento delle graduatorie di istituto e quindi con le nomine dalla terza fascia. Altro dato interessante per coloro che attendono le chiamate per le supplenze è che tanti stanno rinunciando alle convocazioni. Ragione per cui si liberano più posti e si può avere la possibilità di trovare impiego anche con un punteggio non altissimo. Di seguito l'elenco delle province in cui si sta convocando da terza fascia e gli ultimi aggiornamenti.

Pubblicità

Terza fascia Ata: elenco province dove si nomina da nuove graduatorie

In diverse scuole risultano esaurite le graduatorie Ata di prima e seconda fascia, per cui gli Uffici scolastici provinciali stanno emanando le note di avviso per far scorrere le graduatorie di istituto. Si arriva così alle nomine dalle nuove graduatorie di terza fascia Ata, valide per il triennio 2018/2021. In alcune province vi è stata comunicazione ufficiale ma in tante altre si sta procedendo alle convocazioni senza che vi sia stata la nota dell'Atp (ambito territoriale, o Usp).

Elenco province in cui si procede con la terza fascia Ata per le convocazioni alle supplenze: Milano, Brescia, Pisa, Ferrara, Bologna, Chieti, Crotone, Siracusa, Bari, Terni, Caserta, Avellino, Potenza, Pesaro Urbino, Savona, Cagliari, Salerno. Questo elenco è variabile e soprattutto non definitivo. Bisogna infatti considerare le province nelle quali si convoca senza che vi sia stata comunicazione ufficiale (esempio Torino). Le convocazioni avvengono in genere per supplenze fino al 30 giugno, eventualmente prorogabili fino al 31 agosto.

Pubblicità

Per accedere poi alle graduatorie permanenti, ovvero di prima fascia, sarà necessario maturare 24 mesi di servizio. In questo modo si potrà concorrere al posto di ruolo.

Supplenze terza fascia Ata, modalità di convocazione

Per contratti di almeno 30 giorni, le scuole sono tenute a convocare i supplenti con un preavviso di 24 ore. La convocazione avviene generalmente tramite e-mail e l'aspirante dovrà rispondere con il proprio riscontro, positivo o negativo. A tal proposito, si è potuto constatare, tramite anche varie testimonianze, che alcuni candidati alle supplenze di terza fascia Ata hanno rinunciato.

In questo modo si liberano ulteriori posti poiché si scalano le graduatorie, quindi anche chi si trova in posizione non troppo agevolata può avere la possibilità di essere assunto. La e-mail di convocazione deve contenere le principali informazioni sulla supplenza: durata, orario settimanale e, ovviamente, il giorno e l'ora in cui avviene la convocazione.