Buone notizie per le persone che aspirano ad avere un posto di lavoro nella sanità. Sono previste, infatti, circa 13 mila assunzioni nelle Regioni del Sud Italia, in particolare in Sicilia e Campania.

La situazione nella Regione Sicilia

Secondo il piano presentato dalla Regione Sicilia, sarà prevista l'assunzione di circa 5mila nuove unità nel comparto sanitario pubblico. Il nuovo personale sarà selezionato tramite lo scorrimento di graduatorie dei concorsi effettuati in precedenza, la stabilizzazione dei precari che già lavorano nelle varie strutture e in più saranno indetti nuovi concorsi, utili per le posizioni vacanti che non potranno essere coperte con i modi sopra indicati.

Le strutture interessate saranno le Asl e le aziende sanitarie presenti su tutto il territorio regionale. Inoltre si cercherà di sbloccare ulteriori assunzioni nei mesi prossimi mesi, così da poter risolvere il problema della mancanza di personale nelle strutture.

Le assunzioni nella Regione Campania

Per quanto riguarda la Campania, governata da Vincenzo De Luca, è arrivata nei giorni scorsi la firma del decreto che autorizza l'inserimento di ben 7.600 lavoratori per le varie strutture ospedaliere presenti nella Regione.

Un provvedimento da molti atteso, poiché negli anni passati, si era ridotto notevolmente il numero di medici, infermieri e O.S.S. a causa del piano di rientro dei debiti nel comparto della Sanità regionale. Il decreto, firmato dal governatore, va inoltre a tamponare un'altra emorragia che dovrebbe subire il comparto del pubblico impiego, ossia quella dovuta al provvedimento pensionistico "quota 100", che potrebbe portare una grande quantità di personale medico a scegliere di andare in pensione prima del previsto, lasciando il proprio posto di lavoro vacante.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Offerte Di Lavoro

Come nel caso della Sicilia, anche in Campania le assunzioni partiranno dalle graduatorie di concorso fatte in precedenza e dalla stabilizzazione dei precari. Dei 7.500 posti previsti, quelli che resteranno vacanti saranno assegnati tramite l'indizione di nuovi concorsi.

Reazioni dei rappresentati delle categorie interessate

Le reazioni dei sindacati e delle associazioni di categoria sono state favorevoli nell'apprendere lo sblocco delle assunzioni nel comparto sanitario. Inoltre, le nuove assunzioni nelle strutture ospedaliere andranno a risolvere situazioni davvero incresciose di mancanza di personale dando così nuova linfa a un servizio importantissimo per i cittadini residenti in queste regioni.

Le ultime dal Ministero della Salute

Inoltre, il ministro Giulia Grillo ha annunciato l'accordo tra il Mef e le Regioni per far cadere la norma che vincolava la spesa per il personale a quella del 2004 ridotta dell'1,4 per cento. Provvedimento che potrebbe consentire prossimamente nuove assunzioni in altre regioni italiane.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto