Il 24 settembre sono terminate le prove preselettive del concorso Ripam indetto dala Regione Campania e che hanno avuto luogo alla Mostra d’Oltremare di Fuorigrotta a Napoli. Sono stati coinvolti nelle prove oltre 140 mila candidati, i quali aspettano con ansia la pubblicazione delle graduatorie degli ammessi. La correzione delle prove (che avverrà pubblicamente mediante dei lettori ottici) è prevista nei primi giorni di ottobre nella città di Roma.

La prova preselettiva sarà superata da un numero di candidati pari a quattro volte il numero dei posti messi a concorso, per ogni profilo. A ciascuna risposta sarà attribuito il seguente punteggio:

  • Risposta esatta: +1 punto;
  • Mancata risposta o risposta con più opzioni marcate: 0 punti;
  • Risposta errata: -0,33 punti.

Gli elenchi alfabetici dei candidati ammessi alla prova selettiva scritta saranno pubblicati sul sito riqualificazione.formez.it (si stima che essi possano essere pubblicati entro la metà del mese di ottobre). Soltanto i candidati che supereranno la preselettiva avranno accesso alla prova scritta.

Dettagli prova selettiva scritta

La seconda prova prevista dalla peocedura concorsuale, ovvero quella scritta, sarà costituita da 60 quesiti a risposta multipla. Dove ciascuna risposta corretta vale 0,50 punti; zero punti le risposte non date o marcate doppie; e meno 0,15 punti per le risposte errate. I candidati per risultare idonei alla prova scritta dovranno raggiungere il punteggio minimo di 21/30.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Concorsi Pubblici

I candidati idonei alla prova scritta e sulla base di una graduatoria provvisoria di merito saranno ammessi alla fase di formazione e rafforzamento. Tale fase prevede un tirocinio di 10 mesi retribuito 1000 euro lordi mensili. Al termine del periodo di formazione, i candidati dovranno sostenere una prova scritta valutabile con un punteggio massimo di 30 punti. Il superamento della fase di formazione permetterà di accedere all'ultima prova prevista dalla procedura concorsuale ovvero il colloquio orale. Esso verterà principalmente sulle materie della prova scritta.

Inoltre, la commissione potrà proporre ai candidati anche domande attinenti i sistemi informativi e domande in lingua inglese. I candidati che supereranno la prova orale risulteranno vincitori di concorso e saranno assunti in base alla graduatoria di merito. Il punteggio di ogni candidato sarà dato dalla somma dei voti raggiunti nelle prove concorsuali più i punti dei titoli valutabili. Ai più meritevoli sarà offerto un contratto a tempo indeterminato dalla regione Campania e/o dagli enti locali.

Infine, è da precisare che gli iniziali 2.175 posti banditi ad agosto sono diventati 2.443: nello specifico alle 950 unità di personale da inquadrare nella categoria D, si aggiungono 13 posti e ai 1.225 unità di personale da inquadrare nella categoria C a cui si aggiungono 55 posti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto