Sulla Gazzetta Ufficiale numero 4 del 14 gennaio è stato ufficializzato il nuovo bando autisti del Ministero della Giustizia. Tale nuova selezione prevede l'assunzione a tempo indeterminato di 109 conducenti di automezzi inquadrati nella seconda area funzionale nella posizione retributiva F1. La procedura di selezione verrà espletata grazie al supporto e al lavoro dei Centri per l'Impiego, al fine di accompagnare al lavoro chi vive un periodo di non occupazione, non ci sono limiti di età.

Bando autisti, per la partecipazione al concorso pubblico sufficiente la licenza di terza media

Il bando autisti, essendo avviato in merito alle disposizioni contenute nell'ormai famoso articolo 16 della legge numero 56/87, dovrà sottostare ad alcuni requisiti generali:

  • il candidato dovrà essere maggiorenne
  • possesso di un titolo di studio, almeno il diploma di terza media
  • essere in possesso e in corso di validità della patente di guida, categoria D
  • idoneità fisica per il corretto svolgimento delle mansioni preposte
  • idoneità fisica e psichica alla guida

Bisogna precisare che non esiste una vera e propria scadenza per candidarsi ma entro il 15 febbraio il Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi dovrà inviare alle amministrazioni regionali competenti la richiesta di avviamento alla procedura.

Spetterà poi ai Centri per l'Impiego selezionare e inviare i candidati all'avviamento della selezione, in un numero pari al doppio da ricoprire per il bando autisti.

Come fare domanda per il bando autisti

Anche se la selezione per il concorso risulta poi formalizzata attraverso i Centro per l'Impiego è necessario fare domanda. Una volta che il Centro ha comunicato all'utenza la selezione in corso bisognerà fare domanda di iscrizione alla graduatoria attraverso apposito modulo. Per la corretta iscrizione sarà di fondamentale importanza il modelle Isee. Questo perché la graduatoria che andrà componendosi terrà conto della situazione economica corrente, familiare, patrimoniale e in caso di invalidità.

A ciascuna voce verrà poi attribuito un punteggio, più la situazione personale risulta gravoso più si ha possibilità di essere convocati.

I posti da ricoprire presenti solo in alcune regioni

Il nuovo bando autisti per il Mistero della Giustizia prevede la dislocazione di 109 risorse in vari comuni sparsi per tutta Italia.

La capofila è la Capitale Roma con 19 posti disponibili presso l'amministrazione centrale, le altre città coinvolte nella selezione sono Bari, Caltanissetta, Catania, Catanzaro, Lecce, Messina, Napoli, Palermo, Salerno, Reggio Calabria, Potenza e ancora Roma.

Spostandosi nel centro e Nord Italia troviamo Firenze, Genova e Milano.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!