Arriva una buona notizia per tutti gli avvocati che da oggi in poi possono consultare la Banca dati ItalgiureWeb della Corte di Cassazione gratuitamente. E' stata infatti siglata da Alfonso Bonafede, Ministro della Giustizia e da Nunzio Luciano, Presidente di Cassa Forense una speciale convenzione che permette a tutti iscritti alla Cassa Forense di utilizzare gratis il servizio di informatica giuridica della Corte di Cassazione mediante accesso alla banca dati Italgiureweb e più nello specifico agli archivi Giurisprudenza e Normativa.

Un uso quotidiano della banca dati servirà anche ad evitare che gli avvocati cadano in errori materiali sul processo civile telematico, che poi potrebbero essere fonte di responsabilità civile del professionista.

Italgiureweb: peculiarità della banca dati

L'accesso alla banca dati Italgiureweb offre una serie di vantaggi agli avvocati e ai praticanti: semplifica in primis il lavoro di ricerca sia delle massime civili e penali della Cassazione, sia delle sentenze, decisioni, provvedimenti integrali civili e penali dei tribunali, Corti d'appello e Corte di cassazione.Tutto ciò in modo totalmente gratuito, così da avere anche una migliore conoscenza della giurisprudenza legittimità e una maggiore fruibilità del servizio giustizia in generale.

Da una parte questo serve a stimolare e agevolare il lavoro dei professionisti, dall'altro costituisce uno strumento deflattivo del contenzioso. Dopo la fase del collaudo da parte dei tecnici del Ministero e di quelli di Cassa Forense, che avrà tempi brevissimi infatti è previsto il funzionamento a pieno regime della piattaforma Italgiureweb che dovrebbe consentire l'accesso ad un numero anche elevato di utenti.

L'accesso si effettua al seguente link: http://www.italgiure.giustizia.it/sncass/. Nonostante non sia garantito l'accesso ai provvedimenti anteriori al 2013, sarà possibile comunque scaricare anche il file PDF del provvedimento, della sentenza ecc.

Avvocati: pubblicati i contributi minimi 2020

Sempre Cassa forense ha pubblicato l'informativa sulle nuove modalità di riscossione dei contributi minimi 2020, cui sono soggetti tutti i legali che vi sono iscritti.

Dal 10 febbraio, è possibile stampare i bollettini Mav dal sito della Cassa. La prima rata è il 2 marzo. Il contributo minimo soggettivo è pari a € 2.875,00, salvo le agevolazioni previste per i primi anni di iscrizione. Il contributo di maternità è pari invece a € 79,00. Sempre dal 10 febbraio è possibile infatti presentare l'istanza di esonero dal pagamento dei contributi minimi 2020, a determinate condizioni e per una sola volta.

Segui la nostra pagina Facebook!