La domanda per ottenere il Bonus da 600 per Partita Iva e autonomi andrà eseguita dal sito Inps tramite un pin semplificato da confermare con messaggio sul cellulare: ad affermarlo il Presidente dell'Inps Pasquale Tridico collegato alla trasmissione di Martedì in onda su La 7 condotta da Giovanni Floris. Lo stesso Tridico, oltre a ricordare la platea di beneficiari del provvedimento, ha voluto rilasciare quella che lui stesso ha definito ha 'un'informazione di servizio' rivelando come per la procedura di effettuazione della domanda l'Inps adotterà un iter del tutto nuovo ed agevolato. A fargli eco il Ministro dell'Economia Roberto Gualtieri che, intervenuto in audizione in video conferenza alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato, ha confermato che l'indennizzo da 600 euro 'è rivolto a tutti gli autonomi' e che l'Inps 'provvederà a fornire tempestivamente l'accredito'.

Partita Iva e autonomi, bonus 600 euro: per inoltrare la domanda sarà necessario un pin ricevuto tramite cellulare

Estremamente significativo l'intervento di Tridico, che riguardo al bonus da 600 per partita Iva e autonomi ha confermato un iter piuttosto particolare di effettuazione della domanda. La stessa, che andrà eseguita per l'appunto partendo dal portale online dell'Inps con modalità operative che l'ente è ancora chiamato a dettagliare, andrà finalizzata tramite pin semplificato e confermato via cellulare. Chiaro l'intento della misura, rendere il più semplificata possibile una procedura che deve portare i soldi nelle tasche degli italiani in tempi brevissimi, possibilmente entro fine mese.

Il Ministro Gualtieri: 'Bonus 600 euro partita Iva e autonomi, i soldi arriveranno subito'

Prezioso anche il contributo fornito dal Ministro Gualtieri che, a proposito del bonus da 600 euro per autonomi e partita Iva, ha confermato come i soldi 'arriveranno subito e in maniera tempestiva'. Sia Gualteri che Tridico si sono inoltre mostrati del tutto allineati nel delineare le tempistiche di riferimento: la prossima settimana i moduli necessari all'effettuazione della domanda saranno online, l'accredito effettivo delle somme sui conti correnti dei richiedenti sarà veloce, molto più del consueto.

Un discorso simile Gualtieri l'ha effettuato anche a proposito delle tempistiche di ricezione del sussidio relativo alla Cassa Integrazione, per il quale bisognerà attendere, ha assicurato il Ministro, 'non più di 30 giorni'.

Decreto Cura Italia necessario: cresce il numero di contagiati da Covid-19

Entrambe le misure, sia la Cassa Integrazione che il bonus da 600 euro per Partita Iva e autonomi, sono state inserite all'interno del Decreto Cura Italia, finalizzato a sostegno di lavoratori e imprese duramente colpite dalla crisi economica scatenata dall'epidemia di coronavirus in atto nel nostro Paese.

Nelle ultime ore il Premier Giuseppe Conte ha sottolineato che nel mese di aprile ci sarà un altro decreto senza però aggiungere altro. Possibile che il prossimo mese arrivino dunque ulteriori ammortizzatori sociali.

A proposito della propagazione del contagio nel nostro Paese, i numeri aggiornati a ieri alle ore 18.00 parlano di 74.386 positivi totali da inizio pandemia, laddove al momento sono invece 57.521 gli attuali infetti da covid-19. I pazienti ricoverati con sintomi sono 23.112, in terapia intensiva si trovano invece 3.489 pazienti mentre 30.920 cittadini sono allo stato attuale in isolamento domiciliare. I deceduti sono 7.503, mentre le persone guarite sono 9.362. A queste si è aggiunto da qualche giorno anche il paziente 1, Mattia, il 38enne di Codogno che, dopo un iter riabilitativo e di cure durato quasi un mese, è stato dimesso perché dichiarato perfettamente guarito.

'Io sono stato fortunato ma voi state a casa' ha chiosato l'uomo appena rientrato nella sua abitazione.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!