Urgono nuove misure per evitare le code agli uffici postali di anziani che vanno a ritirare la loro pensione. Dopo il cambio di calendario e le Pensioni pagate in anticipo ad aprile, ecco che è allo studio una nuova via per permettere ai titolari di incassare le pensioni in sicurezza. Adesso si pensa di effettuare i pagamenti delle pensioni direttamente a domicilio. Una novità che dovrebbe riguardare solo i più anziani e che potrebbe essere attuata nelle prossime ore. Evidentemente la soluzione dell’anticipo dei pagamenti e dello scaglionamento dei pensionati in ordine alfabetico, non ha prodotto i risultati sperati.

Probabilmente le code agli uffici postali non si sono interrotte con le novità già introdotte e ne servono altre. Tra queste, per quanto riguarda Poste Italiane, l'idea è di recapitare la pensione direttamente a casa dei pensionati over 75, per il tramite dei militari dell'Arma dei Carabinieri.

Il nuovo calendario delle pensioni non ha funzionato

Le pensioni di aprile sono state pagate già a fine marzo, a partire dal giorno 26, e la platea dei pensionati è stata suddivisa in ordine alfabetico per evitare code agli uffici postali. Una necessità dettata dal fatto che sono proprio gli anziani quelli che più sono esposti agli effetti peggiori del Coronavirus. In più città, tuttavia, sono state segnalate lo stesso code davanti agli uffici pagatori ed in molti casi, senza il rispetto della distanza di sicurezza di cui tanto si parla oggi.

Il nuovo calendario delle pensioni è già stato confermato anche per maggio e giugno, con i pagamenti delle pensioni di quei mesi che scatteranno già, rispettivamente, il 27 aprile ed il 26 maggio.

Carabinieri pronti a consegnare le pensioni a casa

Come riporta il quotidiano “il Giornale”, scenderanno in campo i Carabinieri per limitare ancora di più le code davanti gli sportelli di Poste Italiane.

Infatti saranno i Carabinieri a consegnare la pensione a domicilio dei pensionati con età pari o superiore a 75 anni. Il fatto che i militari dell’Arma siano capillarmente diffusi sul territorio nazionale, rende la misura fattibile. Il pensionato interessato a ricevere la propria pensione direttamente a casa tramite i Carabinieri, dovrà soltanto sottoscrivere una delega con la quale autorizza i Carabinieri a ritirare la propria pensione ed a farsela consegnare a casa.

Per il momento la novità dovrebbe riguardare solo gli Uffici Postali, ma sempre come si legge dalle pagine del Giornale, anche le banche stanno chiedendo ai loro clienti pensionati, di evitare assembramenti presso le loro filiali e di andare a ritirare la pensione solo su appuntamento preventivamente preso.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!