Il Ministero della Salute ha indetto 8 nuovi bandi pubblici, volti al reclutamento di 57 unità di personale da inserire in diversi profili professionali. Gli interessati potranno inviare le domande di partecipazione entro mercoledì 8 luglio 2020.

I posti messi a concorso saranno così ripartiti:

  • funzionario della comunicazione, 2 posti;
  • funzionario economico finanziario e di amministrazione, 12 posti;
  • funzionario giuridico di amministrazione, 10 posti;
  • funzionario per i rapporti internazionali, 2 posti;
  • funzionario informatico, 6 posti;
  • funzionario dei servizi tecnici, 5 posti;
  • funzionario statistico, 9 posti;
  • ingegnere biomedico, 11 posti.

Ministero della Salute, requisiti e domande

Il funzionario del ministero della Salute dovrà essere in possesso della cittadinanza italiana o di uno degli stati membri dell'Unione Europea, un'età uguale o superiore ai 18 anni, l'idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni a cui si riferisce il concorso e non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione. Oltre a ciò, è richiesto il possesso di requisiti specifici e uno dei titoli di studio indicati nei rispettivi bandi, in base alla posizione per il quale ci si candida.

Le domande di ammissione dovranno essere redatte e inviate esclusivamente via email. Alla domanda occorrerà allegare, pena l'esclusione, i seguenti documenti:

  • la copia di un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • la ricevuta del pagamento del diritto di segreteria di dieci euro.

Prove concorsuali

Il ministero si riserva la facoltà di sottoporre il candidato a una prova preselettiva. Le prove concorsuali si svolgeranno nelle seguenti fasi:

  • eventuale prova preselettiva;
  • due prove scritte;
  • una prova orale.

Le prove d’esame potranno svolgersi presso sedi decentrate e/o mediante il supporto di strumentazione informatica e di tecnologia digitale, adottando specifiche misure di sicurezza anticontagio che saranno rese note sul sito internet istituzionale.

Vincitori del concorso

I candidati dichiarati vincitori saranno invitati a stipulare un contratto individuale di lavoro nel rispetto della normativa e delle disposizioni contrattuali vigenti al momento dell’assunzione. Coloro che non si presentino, senza giustificato motivo, entro il termine stabilito dal Ministero della salute, per la sottoscrizione del contratto saranno considerati rinunciatari.

Tutti gli interessati sono invitati a leggere i bandi presenti per estratto nella Gazzetta Ufficiale numero 48 del 23 giugno 2020.

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!