Sono iniziati lo scorso venerdì 5 giugno, i primi pagamenti disposti dalla Regione Campania per i contributi a sostegno delle famiglie con figli minori di 15 anni. Il contributo di 500 euro rientra nelle misure di sostegno previste dal Piano socio-economico della Regione Campania. Il voucher potrà essere riscosso presso gli uffici postali previa esibizione agli operatori di un documento di riconoscimento in corso di validità e codice fiscale. L'elenco delle domande degli ammessi al contributo economico possono essere consultati scaricando l'allegato A del DD n. 344 del 03/06/2020, pubblicato sul sito internet della Regione Campania.

In quest'ultimo allegato sono specificati gli ammessi al contributo riferiti al primo blocco (le domande ammesse risultano pari a 26.253, le prime in graduatoria indicate con numero di protocollo hanno un valore dell'Indicatore della situazione economica equivalente (Isee), pari a zero, di seguito a salire le ultime domande ammesse hanno un valore Isee pari a 918,17). Invece, nell'allegato B sono indicati gli elenchi degli esclusi, a seguito di ulteriori verifiche (le domande escluse risultano essere pari a 242). Nell'allegato C è indicato l' elenco Isee corretto, ovvero l'elenco delle domande positive escluse dal primo blocco a seguito della rettifica dell'indicatore Isee di importo superiore a euro 918,75.

Infine, nell'allegato D potrà essere consultata la leggenda degli esiti negativi (dove viene specificata la motivazione del rifiuto dell'istanza presentata).

L'elenco ammessi è stato a seguito di segnalazioni sottoposto a ulteriore verifica, pertanto l'elenco ammessi definitivo è quello approvato con decreto n.

344 del 3/06/2020. E’ possibile ricercare la presenza di ciascuna domanda nell’elenco delle domande ammesse attraverso il numero di protocollo.

Dettagli: come spendere il contributo minori

Il contributo di 500 euro alle famiglie per figli minori di 15 anni potrà essere speso per acquistare apparecchiature utili per l’apprendimento a distanza, come ad esempio personal computer, tablet, notebook.

I beneficiari dovranno conservare le copia della fattura dell'avvenuto pagamento delle apparecchiature acquistate.

La Regione Campania precisa che agli allegati degli elenchi dei soggetti che sono stati esclusi a seguito della revisione saranno eventualmente inseriti in elenchi successivi di beneficiari in base alle risorse disponibili in relazione al valore Isee di ogni soggetto dichiarante.

I soggetti esclusi possono presentare eventuali osservazioni circa la domanda inviata in prima istanza secondo le modalità indicate sul sito della Regione Campania. Nei prossimi giorni sarà resa noto l'esito.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!