L’emergenza sanitaria generata dal coronavirus persiste nel nostro Paese, per questo motivo Inps e Poste Italiane hanno diramato anche per il mese di dicembre un calendario che suddivide il pagamento delle Pensioni (comprensive anche della tredicesima) in base all’iniziale del cognome degli aventi diritto.

I primi a poter beneficiare dell’assegno pensionistico, come nei mesi precedenti, saranno i possessori di un libretto di risparmio o di un conto BancoPosta o di una Postepay Evolution; i titolari di carta postamat, carta libretto o di postepay evolution, a partire da domani 25 novembre, potranno prelevare l’importo della propria pensione attraverso qualunque Postamat presente sul territorio italiano.

L'anticipo dei pagamenti non è previsto per chi ha disposto il mandato di pagamento verso un istituto bancario.

Il calendario per ritirare la pensione

Come scritto in precedenza, il calendario dei pagamenti è stato disposto allo scopo di consentire a tutti i titolari delle prestazioni di recarsi presso gli uffici postali in piena sicurezza (ovviamente il calendario è valido per coloro che non potranno usufruire delle condizioni precedentemente illustrate, ndr). Lo scaglionamento avverrà in base alla lettera del cognome, a ogni lettera corrisponde un giorno in cui il pensionato potrà ritirare la pensione nell’ufficio postale:

  • 25 novembre, cognomi dalla A-B;
  • 26 novembre, cognomi dalla C-D;
  • 27 novembre, cognomi dalla E-K;
  • 28 novembre, cognomi dalla L-O;
  • 30 novembre, cognomi dalla P-R;
  • 01 dicembre, cognomi dalla S-Z.

Si ricorda che pagamento della pensione è disponibile per un periodo massimo di sessanta giorni a partire dal primo giorno contabile del mese in cui viene effettuato il pagamento.

Il rateo di dicembre, per esempio, è pagabile fino a fine gennaio.

Informazioni utili per i pensionati

Non è stato ancora stabilito un eventuale calendario per il mese di gennaio, ma è probabile che questo modello di pagamento sia confermato anche per i mesi a venire in quanto lo stato di emergenza, stando a quanto stabilito, durerà almeno fino al 31 gennaio 2021.

Si ricorda che attraverso alla convezione che Poste Italiane e Arma dei Carabinieri, i cittadini di età pari o superiore ai 75 anni potranno chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando il ritiro ai Carabinieri. Il servizio è dedicato ai pensionati che attualmente riscuotono le pensioni in contanti, non titolari di libretto postale o conto corrente e che non abbiano familiari conviventi o dimoranti vicino alla propria abitazione in grado di garantire il prelievo.

Per usufruire del servizio il pensionato dovrà presentare richiesta direttamente alle Poste Italiane al numero 800556670.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!