Tra i giovani talenti italiani c'è Sara Greco, che dal #Salento è ormai pronta per spiccare il volo a livello internazionale. La prova l'abbiamo avuta in occasione dell'ultima edizione della Lecce Fashion Week (conclusasi pochi giorni fa), durante la quale ha presentato la sua nuova collezione, ovvero “La Terra degli Ulivi”. Quella della Sara Greco Gioielli è una vera e propria dichiarazione d'amore nei confronti della sua terra, piena di colori e suggestioni. Non è quindi un caso se questi preziosi gioielli ne richiamano il fascino e il mood, anche grazie ai materiali utilizzati come l'argento (battuto e scolpito a mano) e i minerali naturali che vengono incastonati.

Il risultato sono dei gioielli che si muovono tra tradizione e contemporaneità, delle piccole opere di raffinato design che qualunque donna vorrebbe indossare, anche per via della loro unicità. Una peculiarità di questa collezione, infatti, è che si tratta di una serie di pezzi unici e per questo ancora più preziosi.

Le collaborazioni

Le cose da sapere su Sara Greco non finiscono qui: lei, infatti, ama il gioco di squadra e così, per realizzare il book fotografico della collezione, ha collaborato con un gruppo di artisti locali. Quest'ultimi hanno messo a disposizione la loro creatività e professionalità per mettere a punto una linestory che parte proprio dall'ulivo visto come principale opera d'arte, a cui solo in un secondo momento vengono accostati i gioielli di Sara. I nomi degli artisti coinvolti? Si va dal fotografo Dario Patrocinio alla make-up artist Martina Barbarossa, fino all'hair stylist Marzia Giunco (della Giunco Hair Boutique).

I migliori video del giorno

A loro si aggiungono la modella Giulia Vedrucchio.

L'ecologia

Una nota per gli ecologisti: il Salento sta ripiantando nuovi alberi di ulivo permettendo ad essi di germogliare, nonostante le condizioni attualmente poco favorevoli. Con questa collezione Sara vuole contribuire con la sua arte e così ogni gioiello rappresenta un atto di difesa nei confronti di ogni singolo albero. #Cultura Lecce