Il Salento è una terra in crescita, soprattutto dal punto di vista del turismo. Gli operatori del settore cercano da anni di destagionalizzare le presenze turistiche e negli ultimi anni i risultati sono più che soddisfacenti. Basti notare le migliaia di presenze che in ogni fine settimana si stanno registrando nella penisola salentina per capire che si parla di numeri alti. Per il week end di Pasqua si è raggiunto poi il picco massimo di turisti che hanno anche approfittato del bel tempo per visitare le varie zone della penisola salentina.

Una terra che cresce nel turismo non può che investire nei trasporti. Più semplice è raggiungere la meta, maggiore potrebbe essere l'affluenza in quella stessa.

Non è un rapporto matematico, poiché l'economia, si sa, è la disciplina delle variabili, ma è constatato che una buona rete di trasporti agevola il turismo. E, ad Otranto, si sta pensando di fare in grande.

Mini crociere nel porto di Otranto

La città di Otranto, dopo aver avuto il riconoscimento come borgo più apprezzato e ricercato d'Italia sui sito Trivago, è nuovamente al centro della cronaca: stavolta per un'idea che potrebbe essere molto apprezzata dai turisti. Si sta pensando, infatti, di ripristinare le tratte di collegamento tra Otranto e l'Albania e tra la stessa cittadina salentina e la Grecia. Si potranno così offrire sul territorio ulteriori servizi turistici. Se questa è soltanto un'idea alla quale sta lavorando l'Amministrazione Comunale, di certo c'è invece l'arrivo delle mini crociere nel porto idruntino.

I migliori video del giorno

La conferma è arrivata nella ultime ore: si tratta di un accordo raggiunto grazie alla collaborazione tra l'Amministrazione Comunale e l'Agenzia marittima Adriatic Shipping. Il primo approdo sarà il 17 Aprile e invece termineranno il 15 Novembre. Un lasso di tempo molto ampio, che permette anche di destagionalizzare il turismo. Sono previsti approdi con le motonavi Island Sky, Amadea, Lyrial, Variety Voyager. Ci si augura che il beltempo possa resistere a lungo, per permettere ai turisti di godere del clima mite che spesso c'è nella penisola salentina.