Dopo la semifinale d'andata tra Lecce e Foggia, finita 3-2 per i rossoneri, la sfida si ripete, questa volta nello stadio "Zaccheria" di Foggia. Le due squadre hanno dimostrato di avere valori importanti in squadra, non soltanto nella combattuta gara dell'andata, anche durante il campionato, quando hanno dato vita ad una battaglia molto interessante per la conquista delle prime posizioni. Adesso c'è l'ultimo incontro tra due realtà tra le più importanti della Lega Pro, che vantano tifoserie con numeri importanti, senza dubbio di categorie superiori. I due mister potrebbero cambiare le carte in tavola per sorprendere gli avversari e per questo in settimana ci sono stati vari allenamenti a porte chiuse, lontani da occhi indiscreti.

Le probabili formazioni

Mister Roberto De Zerbi punterà sul 4-2-3-1 affidandosi ai soliti Sarno e Iemmello, con Riverola e Chiricò pronti ad agire sugli esterni. Il Foggia dovrebbe schierarsi così: Narciso; Gerbo, Coletti, Loiacono, Di Chiara; Vacca, Agnelli; Riverola, Sarno, Chiricò, Iemmello. Dall'alra parte il mister dei giallorossi Piero Braglia, sta pensando di dare spazio dall'inizio a Salvatore Caturano, che ha ben figurato in coppia con Moscardelli nelle ultime apparizioni (quella con la Lupa Castelli Romani docet). Il Lecce dovrebbe scendere in campo con il 4-3-3 e con questi interpreti: Perucchini; Alcibiade, Cosenza, Abruzzese, Legittimo; Lepore, Papini, Salvi, Doumbia; Caturano, Moscardelli. In questo modo si profila un'altra partenza dalla panchina per il fantasista sudamericano Juan Surraco che non è al top della condizione.

I migliori video del giorno

Si parte del 3-2 rossonero

I tifosi del Lecce ci credono ancora e, sulla carta, la situazione rimane ancora abbastanza in equilibrio. Il Foggia potrebbe passare il turno, ovviamente vincendo ma anche pareggiando la gara, mentre il Lecce vincendo con una rete di scarto, porterebbe il match ai supplementari, vincendo invece con più di un gol di scarto, passerebbe direttamente il turno. Insomma, tutto pronto per la sfida. Calcio d'inizio alle 20,45 di domenica.