Un grande Lecce vince per 1-0 e gioca davvero bene sul difficile campo del Taranto. Una vittoria che conferma ancora una volta la qualità della squadra giallorossa, che adesso è sola al comando della classifica del girone C. Il Foggia, infatti, ha pareggiato contro la Casertana, tra i mugugni dei tifosi rossoneri ed ha perso così il contatto con la vetta. Adesso nella prima posizione c'è solo il Lecce (aspettando il recupero tra Matera e Juve Stabia, gara sospesa per nebbia).

Un Lecce concreto da subito che ha messo il Taranto in difficoltà sin dai primi minuti di gioco. L'allenatore Padalino dà fiducia a Doumbia (che non convince) e avanza Lepore sulla linea degli attaccanti: in questo modo Tsonev si inserisce a centrocampo, Pacilli e Torromino si accomodano in panchina.

Mosse che si rivelano giuste perchè Lepore si comporta bene sulla fascia destra, mentre Tsonev è l'autore del gol vittoria: una rasoiata da fuori area. Sorpresa sugli spalti: il Settore Ospiti è stato completamente ricoperto di colla per topi. I tifosi giallorossi comunque non hanno cambiato settore.

Le pagelle dei giallorossi

Gomis 5,5: mezzo voto in meno per la papera incredibile che stava costando un risultato importantissimo: con quel gol avrebbe pareggiato il Taranto. Poi alcuni interventi discreti. Deve limitare i cali di concentrazione.

Ciancio 6: gestisce la gara bene e si nota che a destra si trova più a suo agio.

Giosa 7 (il migliore): ostacolo insuperabile per gli avversari. Si propone anche in avanti, creando scompiglio nella difesa tarantina. Prova maiuscola.

Drudi 6,5: gara ben condotta, con pochi rischi e tanti contrasti vinti.

I migliori video del giorno

Quando è chiamato in causa risponde sempre presente.

Contessa 6: meglio rispetto alla gara di Castellammare di Stabia. Stavolta riesce a gestire bene la fase difensiva.

Mancosu 5: è stanco e scarico. È lui ad aver più bisogno di tutti di un po' di riposo. La rete divorata nel primo tempo, a pochi metri dalla porta, è sintomo di mancanza di lucidità. Perde palloni e ne recupera pochi.

Arrigoni 5,5: non è il metronomo che siamo abituati a vedere e prende anche un'ammonizione evitabile. Non un gran periodo di forma il suo.

Tsonev 7: corre, vince alcuni contrasti e segna la rete della vittoria. Non gli si può chiedere di più. Prova fantastica: merita la conferma.

Lepore 6: corre e cerca spazi tra gli avversari, punge poco ma va al cross con costanza durante il match.

Caturano 6: lavora per la squadra, creando varchi e facendo sponde per i compagni. Gara di sacrificio.

Doumbia 5,5: dopo la buona prova di Castellammare, torna una sua prestazione impalpabile. Dà un discreto aiuto in fase difensiva.

Subentrati:

Torromino 5,5: un bel tentativo da fuori area che impegna il portiere avversario. Per il resto, sbaglia passaggi elementari e perde palla quando negli ultimi minuti della gara era necessario trattenerla.

Vinetot: s.v.

Maimone: s.v.

Allenatore, Padalino 7: porta a casa una vittoria importantissima, su un campo in cui qualunque squadra troverà difficoltà. Chiude questo ciclo di doppia trasferta con 6 punti, davvero fantastico.