Il Lecce, dopo un primo tempo giocato male, riesce a rialzare la testa e pareggiare sul difficile campo della Paganese. Un match che soddisfa i tifosi perchè alla fine dei conti la prestazione è stata positiva. Dopo il primo tempo negativo (in cui comunque la Paganese è passata soltanto grazie ad un calcio piazzato), nel secondo tempo il Lecce è sceso in campo giocando in modo più convinto e grazie a questo atteggiamento è riuscito a riacciuffare il pareggio nonostante giocasse in 10 contro 11 a causa dell'espulsione del difensore Drudi.

Se il Lecce continuerà a giocare come nel secondo tempo, c'è da sperare: più verticalizzazioni, più convinzione e qualche accenno di movimento interessante.

Inoltre, non va sottovalutato il fatto che in questo match erano assenti calciatori che sono fondamentali nell'economia del gioco giallorosso: da Giosa a Cosenza, passando per Torromino. Un Lecce che non si è spaccato neanche sull'1-0, in 10 uomini e senza più difensori centrali (Giosa infortunato, Cosenza squalificato e Drudi espulso) è da apprezzare. Insomma, dal match sul difficile campo di Pagani il Lecce ne esce di certo con il bicchiere mezzo pieno e con la ciliegina sulla torta della realizzazione di Doumbia che torna al gol e può essere una pedina importantissima nei play off [VIDEO] per il Lecce. Così come ha retto bene Mancosu, tornato oggi dal primo minuto [VIDEO]. Sperando che questo sia l'inizio di un finale di stagione in crescita per tutto il Lecce.

Taranto matematicamente in serie D, il Catania ancora fuori dai play off

Il Taranto, con la sconfitta di oggi, è matematicamente retrocesso in serie D dopo una stagione veramente deludente per la squadra pugliese.

Il Melfi, può festeggiare, nonostante la sconfitta sul campo del Foggia e spera di far bene nei play out per evitare la retrocessione. Punto d'oro per il Monopoli che riesce a strappare il pareggio al Matera e a questo punto ha la salvezza distante ad un solo punto: basta pareggiare contro l'Akragas per poter festeggiare. Vince il Catanzaro che rifila un netto 2-0 alla Casertana, ma è una vittoria che serve a poco poichè i calabresi molto probabilmente dovranno affrontare i play out. Il Catania vince per 3-1 il derby contro il Siracusa, ma resta fuori dala griglia play off: si deciderà tutto nell'ultima gara della regular season, ma al momento le ultime tre posizioni sono occupate da Casertana a 48 punti, Fondi e Fidelis Andria a 46 punti, proprio come il Catania, che però per gli scontri diretti resta fuori dai play off.