Oggi dalle ore 8 alle ore 20 si può decidere il futuro del #Pd, uno dei partiti più seguiti in italia. Può votare chiunque, non soltanto chi è iscritto al partito e anche grazie a questo si sta avendo un'affluenza altissima. Si stanno creando delle vere e proprie code per andare al voto, con zone in cui si sono create file di oltre venti minuti per votare. Sono oltre 700.000 coloro che hanno votato fino alle ore 12, quindi in sole 4 ore. Esattamente si parla di ben 701.373 cittadini. Facendo una proiezione fino alla chiusura dei seggi e considerando che in serata il numero di votanti normalmente aumenta, si potrebbero superare i 2 milioni e mezzo di votanti.

Numeri confermati dalla Commissione nazionale per il Congresso Pd, che ringrazia "per questa straordinaria partecipazione che siamo certi si rafforzerà nelle prossime ore." Avere ben oltre 2 milioni di votanti sarebbe di certo un successo per il Partito Democratico, ma allo stesso tempo crescono i dubbi: si potrebbe avere qualche infiltrato di destra? Alcuni Renziani sostengono che il candidato pugliese Emiliano stia facendo incetta di voti tra i votanti di destra.

Numeri altissimi in Puglia

E i numeri sono altissimi anche in Puglia. Come riportato da repubblica.it, a Lecce sono stati 1.600 i cittadini ad aver già votato. A Bisceglie, ben 2.500 votanti, al circolo Bari Carrassi- Poggiofranco oltre 1.100 votanti. Numeri altissimi anche in in altro grande centro pugliese: Nardò che conta oltre 1.200 votanti alle ore 12.

I migliori video del giorno

In totale, nella provoncia leccese si conta che siano andati al voto circa 15.000 persone in tutto, quindi sembra già molto vicino il dato finale di 23.000 votanto fatto registrare nelle #primarie del 2013. C'è chi crede che in serata saranno superati i 30.000 votanti nel #Salento, ma già superare i 23.000 di qualche anno fa sarebbe un ottimo risultato. Non è escluso dunque un dato eclatante a fine serata.

Le dichiarazioni dei candidati

Renzi, dopo aver votato nel suo comune in Toscana, è sembrato ottimista e ha dichiarato: " è davvero una grande giornata, una grande festa per la democrazia. Saranno tantissime le persone che andranno e che sono già andate a votare. C'è la gioia per il Pd per aver dato questa straordinaria opportunità di decidere, e non lasciarla agli addetti ai lavori." Il candidato pugliese Emiliano è invece attento a invitare tutti i presidenti di seggio a controllare e sorvegliare che tutto si svolga regolarmente. Invece, Orlando spiega che, comunque vadano le primarie, bisognerà restare uniti e lui, nel caso dovesse perdere, sarà meno polemico di quando era Renzi in minoranza. Infine, Orlando spiega che un buon risultato per lui sarebbe già una buona affluenza al voto.