Il campionato di Lega Pro, in queste settimane è in continuo movimento. Non solo perchè ci sono stati dei cambiamenti di regolamento per i play off [VIDEO], previsti dal 14 maggio al 17 giugno, ma anche perchè si iniziano ad avere le sentenze che matematicamente stanno stabilendo promoziono e retrocessioni. Nell'ultimo week end due squadre storiche del calcio italiano come Ancona e Taranto hanno lasciato la Lega Pro e sono retrocesse in serie D, entrambe con situazioni societarie non perfette. Restando alla situazione retrocessioni, non è ancora ufficiale quella del girone A: il Racing Roma è a 30 punti, a -2 dalla Lupa Roma che al momento giocherebbe i play out.

Allo stesso tempo, ci sono state nell'ultimo week end delle promozioni dalla serie D alla Lega Pro che hanno cambiato l'elenco delle squadre che certamente l'anno prossimo giocheranno in Lega Pro. Si tratta delle promozioni di Ravenna e Gavorrano. Nella massima serie dilettantistica il Ravenna vince il girone D, pareggiando nel derby fuori casa contro la Ribelle. Il Ravenna ha adesso 4 punti di vantaggio sulla seconda (Imolese) e quindi la promozione è matematica perchè manca soltanto 1 gara anche alla fine del campionato di serie D e il massimo dei punti da poter fare è di 3. Dopo 6 anni di assenza, ritorna in Lega Pro il Ravenna: la sua ultima apparizione nel campionato di Lega Pro è stata nel campionato 2010-2011.

Sono state tre invece le stagioni di assenza per il Gavorrano, vincente nel girone E di Serie D e promosso aritmeticamente con un match d'anticipo in Lega Pro, tra i professionisti.

La squadra maremmana vanta numeri importanti: in stagione è rimasta imbattuta tra le mura amiche. Gavorrano è un paese toscano di poco meno di 9.000 abitanti ed avere una squadra in Lega Pro è di certo un onore per tutto il paese. Queste due promozioni si aggiungono a quelle già ufficiali da tempo di: Monza, Mestre, Fermana e Sicula Leonzio.

Tanti match importanti negli ultimi 90 minuti del campionato

Somo tanti i match importanti nell'ultimo turno in campionato. La bagarre per i play off è serratissima e sono ancora 7 i posti che si devono decidere. Mentre la griglia dei play off cambia di settimana in settimana [VIDEO], grazie ai risultati, molte squadre sperano di rientrare nell'ultimo turno e sfruttare la possibilità di giocarsi la promozione in serie B. Tra queste, il Catania che è in lotta con Casertana, Fondi e Fidelis Andria per accedere ai play off e nell'ultima gara giocherà proprio a Caserta. Nel girone A sono Renate, Lucchese e Pro Piacenza a lottare per gli ultimi 2 posti disponibili nei olay off.

Nel girone B, invece, la disputa è tra Bassano Virtus, Santarcangelo e Albinoleffe.

Situazione in zona play out

In ottica play out, nel girone C ci sono diverse squadre che sperano di riuscire ad evitarli, a scapito del Monopolo. La situazione in classifica è la seguente: Monopoli 41, Catanzaro, Akragas, Vibonese 38. Soltanto 1 di queste 4 squadre riuscirà ad evitare i play out che porteranno sue altre squadre in serie D oltre al Taranto che è già retrocesso matematicamente. Nel girone A, Prato, Olbia, Carrarese e Tuttocuoio lottano per accaparrarsi l'unico posto salvezza: le altre 3 giocheranno i play out. Derby romano, tra Lupa Roma e Racing Roma per evitare la retrocessione matematica: la Lupa Roma ha 32 punti, il Racing 30 e tutto si deciderà nell'ultimo match. Infine, nel girone B, Mantova, Teramo, Forlì e Fano sono imoegnate nel raggiungere l'unico posto salvezza, attualmente occupato dal Mantova con 38 punti.