13 giorni dopo l'inizio della campagna abbonamenti, la situazione è molto diversa. Il Lecce nella stagione calcistica 2016- 2017 iniziò la campagna abbonamenti il 25 luglio e dopo 13 giorni (escluse le domeniche) toccò quota 4.000 abbonati. Con esattezza, il numero di sottoscrizioni fu 4.030. Quest'anno, l'ultimo aggiornamento, proprio a 13 giorni dall'inizio della campagna abbonamenti (dal 26 luglio al 9 agosto, sempre escludendo le domeniche), gli abbonamenti sono soltanto 3.614.

Ben 416 abbonamenti mancano all'appello. Un distacco che tende ad aumentare di giorno in giorno, con l'abbassamento della media giornaliera di sottoscrizioni.

Infatti, se all'inizio della campagna abbonamenti si era vicini alle 410 sottoscrizioni giornaliere, oggi la media si è abbassata a 278. Un vero e proprio peccato perché, nonostante l'aumento dei prezzi, si sperava che il pubblico potesse rispondere con tanti abbonamenti dopo i sacrifici della società giallorossa. La sensazione è che, se si dovesse continuare con questo ritmo, gli abbonati del prossimo anno saranno tra i 5.000 ed i 6.000. Anche perché la prima fase della campagna abbonamenti finirà sabato prossimo, 19 agosto, e successivamente gli abbonamenti costeranno di più dunque la media giornaliera di sottoscrizioni rallenterà notevolmente (come già successo lo scorso anno).

Investimenti importanti per il Lecce

Il Lecce ha fatto investimenti importanti, che meritano rispetto e stima da parte di tutti.

I migliori video del giorno

In una categoria come la Serie C, nella quale le squadre falliscono con grande facilità e molte altre navigano in acque burrascose, la società giallorossa è riuscita ad investire, grazie alle disponibilità dei propri soci, come spiegato da Saverio Sticchi Damiani in Conferenza Stampa. Nell'ultimo anno, i soci del Lecce non soltanto hanno ripianato perdite per circa 2,2 milioni di euro, ma hanno anche investito acquistando calciatori importanti. Il riscatto dal Bari del cartellino dell'attaccante Caturano è costato 200 mila euro e pare che una cifra simile sia stata spesa per il centrocampista Armellino, giocatore di qualità arrivato dal Matera.

Inoltre, non sono state di certo gratuite le operazioni di mercato che hanno portato il Lecce ad acquistare un centravanti molto ambito come Di Piazza (prelevato dal Foggia) e a rinnovare il prestito del portiere Perucchini che era seguito anche da altre società. Anche gli acquisti dei giovani, inoltre, sono stati onerosi. Insomma, il Lecce ha investito e merita rispetto.