Il prossimo 4 ottobre sarà un giorno molto importante, per quello che concerne la spinosa questione relativa all'introduzione del bollo sulle auto storiche dai 20 ai 29 anni di età. Infatti i rappresentanti delle categorie interessate, hanno indetto una manifestazione di protesta, che si svolgerà nella città di Roma.Il programma della manifestazione, che avrà luogo domenica 4 ottobre, si trova facilmente nella pagina Facebook 'Bollo auto storiche: io non pago'.Alla protesta sono invitati dagli organizzatori tutti gli appassionati che sono rimasti colpito dal provvedimento del governo centrale, contenuto in un articolo dell'ultima legge di stabilità.

Articolo che di fatto ha eliminato l'esenzione dal bollo auto per questa categoria di veicoli, mantenendola solo per quelli dai 30 anni in su.

Le regioni chiedono a gran voce il ritorno al passato

Il provvedimento in questione ha fatto molto discutere negli scorsi mesi il mondo politico. Infatti le regioni, in un primo momento si erano ribellate alla decisione governativa, ma alla fine ha dovuto sottostare alla volontà dell'esecutivo. Questo in quanto, secondo i tecnici del Ministero dei Trasporti, essendo il bollo un tributo regionale derivato dallo Stato, questo non può essere derogato dalle singole regioni. Nonostante ciò, alcune regioni continuano a chiedere a gran voce il ritorno alla precedente legislazione.

Le ultime in ordine di tempo sono state Umbria e Liguria, che con delle apposite mozioni in Consiglio Regionale hanno richiesto ai propri rappresentanti un incontro con il governo centrale, allo scopo di apportare delle modifiche alla legge attuale.

Ma il governo fa orecchie da mercante

Modifiche ovviamente in senso favorevole ai possessori di veicoli storici, che al momento hanno subito un notevole incremento delle spese necessarie per mantenere viva la propria passione.

Per il momento però il governo diretto dal Premier Matteo Renzi non pare intenzionato a modificare nulla. Si spera che con questa protesta organizzata per il 4 ottobre, qualcosa possa smuoversi.

Segui la nostra pagina Facebook!