È terminata la quinta edizione del motoraduno invernale (il più alto d'Italia, 1.615 MT SLM), Agnellotreffen 2018, svoltosi in provincia di Cuneo - dal 26 al 28 gennaio - a Pontechianale in Valle Varaita.

Centauri da ogni parte d'Italia e non (Austria, Londra, Bordeaux, Belgio, Croazia e Siviglia); solo per affrontare il freddo e la neve?! No di certo, ma con l'unico obiettivo di dividere le proprie storie e passioni con vecchi e nuovi amici nella suggestiva ed imbiancata Valle Varaita. Oltre mille e seicento metri sopra il livello del mare fra laghi, piste da sci e antiche borgate, fanno, insieme al Monviso, una ricca meta turistica.

Oltre duemila bikers

Con l'apertura della quinta edizione sono caduti i primi fiocchi di neve ma nonostante ciò nessuno dei partecipanti ha fatto un dietrofront rendendo orgogliosi i vari organizzatori per l'ottimo risultato raggiunto e per l' "inaspettata" affluenza di duemila e passa motociclisti giunti quest'anno. Neve su tutti i fronti, temerari uomini che hanno allestito il loro accampamento base con vari tipi di tenda e pronti per riscaldare il weekend circondati dalle centinaia di motociclette di ogni tipologia e dimensione.

Dalle vespe agli scooter, dalle Moto da strada alle Harley-Davidson, che con i primi raggi di sole e lo splendore della neve, hanno subito creato un paesaggio a dir poco surreale. Pronti per la motoparata del sabato sera da Chianale, formando un unico serpentone fino alla piazza di Pontechianale.

Uomini liberi

Era l'anno della Carta della Libertà, il 1343 quando esisteva ancora la Repubblica degli Escartons (gli attuali comuni di Casteldelfino, Pontechianale e Bellino), una terra libera dove ogni uomo poteva vivere in pace e tranquillità, proprio come l'edizione dell'Agnellotreffen organizzata quest'anno.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Moto

Gli organizzatori, in accordo con il Municipio di Casteldelfino, hanno donato a tutti i partecipanti un passaporto nominato "Hommes Libres” ed offrendo in questo modo agevolazioni a chi ritornerà in questi posti meravigliosi. Una rievocazione del passato usata come strumento di promozione che ha reso cittadini speciali i tanti ospiti arrivati per festeggiare l'inizio di un nuovo anno motociclistico prima dell'arrivo del Carnevale.

Nei prossimi giorni verrà devoluta dallo staff organizzativo, una quota dell'incasso guadagnato, direttamente al Municipio di Casteldelfino, che a sua volta, devolverà la donazione ai tanti Comuni colpiti dagli incendi dell'autunno scorso. Un ringraziamento speciale a tutti i partecipanti, ai partners che hanno esposto i loro modelli di moto ed alle varie soluzione da adattare alle problematiche invernali ed infine ai supporter come Tucano Urbano, Harley-Davidson Alba, Marino Moto e tanti altri.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto