Il futuro è l'elettrico e Porsche l'ha già capito da tempo, tanto da spingere la casa di Zuffenhausen a investire più di 6 miliardi di euro da qui al 2022. La casa ha già annunciato la berlina anti-Tesla Tycan (basata sulla concept Mission E) per il 2019 e una futura versione ibrida plug-in per la 911, oltre alle già presenti versioni ibride della station wagon Panamera. Ma andiamo a vedere più approfonditamente i piani dei vertici di Stoccarda.

Le quote di Rimac per il futuro

Nell'ottica di migliorare le già presenti conoscenze, la Porsche ha acquistato il 10% delle quote della casa automobilistica croata Rimac. Capitanati da Mate Rimac (CEO e fondatore) i 400 dipendenti si sono contraddistinti sin dal 2009 nella realizzazione e sviluppo di powertrain ibridi/elettrici, sviluppo HMI (Human Machine Interface) e nella produzione di e-bike (fondando l'azienda Greyp Bikes).

La casa croata è però diventata famosa per la realizzazzione di due hypercar full-electric: la Concept one (da più di 1.400 cv) e la Concept Two (da quasi 2.000 cv), caratterizzate entrambe da un'accelerazione fulminea al di sotto dei 2,5 secondi.

La Rimac ha poi non solo attirato l'attenzione della Porsche (e di conseguenza del gruppo VolksWagen) ma anche di case ben più di nicchia come Aston Martin, Koenigsegg, la Tajima (che corre la Pikes Peak) e la W Motors, tutte interessate allo sviluppo di moduli ibridi/elettrici per il futuro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ferrari

Mate Rimac si è dichiarato entusiasta della partnership, puntando per il futuro a un massiccio sviluppo della connettività, una nuova tipologia di batterie, ricariche più veloci e per gli Adas. Queste dichiarazioni dimostrano che il giovane amministratore delegato voglia far diventare la Rimac come la più grossa produttrice di componentistica per auto elettriche.

Taycan: la Model S nel mirino

Durante le celebrazioni per i 70 anni della Porsche l'amministratore delegato Oliver Blume ha annunciato il nome ufficiale della berlina full-electric conosciuta finora come Mission E, ovvero Taycan.

Fin dalla presentazione della concept Mission E (al Salone di Francoforte del 2015) la Porsche ha subito dichiarato di avere nel mirino la Tesla Model S in quanto modello di riferimento nel segmento, dichiarazioni confermate poi dal tipo di powertrain (simil-Tesla) utilizzato: due motori elettrici (uno per asse) che complessivamente sprigionano 600 cavalli (440kW) per uno 0 a 100 in 3,5 secondi, uno 0 a 200 in 12 secondi, dichiarando comunque un'autonomia totale di circa 500 km.

La Taycan arriverà nel 2019 (presumibilmente entro la fine dell'anno) e darà lavoro a 1200 nuovi dipendenti nella fabbrica di Zuffenhausen.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto