Il nuovo sistema autovelox è stato appena presentato dalla polizia stradale. Tre mesi fa fu bloccato da una sentenza della Corte d'Appello che aveva dato ragione a un'azienda di Greve in Chianti che ne reclamava la titolarità del brevetto poi riprodotto da Autostrade S.p.a. Il nuovo sistema Tutor è stato presentato al ministero dell'Interno durante una conferenza stampa dedicata all'imminente esodo estivo.

Autovelox: è arrivato il nuovo Tutor

Il nuovo sistema di rilevazione della velocità sarà installato, in fase iniziale, su 22 tratti autostradali, tra cui: Campegine-Parma, Reggio Emilia-Campegine, Celle Ligure- Albissola, Cesena-Valle del Rubicone, Faenza-Forlì, Rimini nord-Valle del Rubicone, Badia-Firenzuola, Ponzano Romano-Roma Nord.

Il primo giorno di entrata in funzione è fissata per oggi 27 luglio, chi ha progettato il nuovo sistema lo definisce: preciso e implacabile. I sistemi di Tutor utilizzati finora avevano un margine d'errore ancora molto alto che portava a scartare circa il 4% delle infrazioni a causa della difficoltà nel leggere le targhe, soprattutto quelle straniere e sporche. Come scritto poc'anzi, inizialmente saranno interessati solo i tratti dell'esodo estivo, una ventina, ma in seguito il sistema rimpiazzerà tutti i 320 tutor sparsi lungo la rete autostradale. Il nuovo sistema di software si baserà non più sul riconoscimento automatico della targa della vettura ma sul confronto delle immagini dei veicoli, determinando la reciproca somiglianza.

I tutor dunque tornano attivi dopo che circa 3 mesi fa Autostrade S.p.a. è stata costretta a spegnerli a causa dell'accoglimento di una denuncia per violazione di brevetto. Nonostante i tutor fossero fuori uso, i controlli da parte delle forze di polizia sono continuati con l'ausilio di altri sistemi autovelox, sia fissi che mobili.

La Corte di Cassazione ha comunque stabilito che le multe sono nulle se il verbale non indicherà la taratura dell'apparecchio di rilevamento.

I bollini neri e rossi quest'estate

L'esodo estivo è alle porte e sono previsti due bollini neri, uno per la mattina di sabato 4 agosto e l'altro per il sabato seguente, l'11. I bollini rossi sono invece 6, riguardano le destinazioni turistiche più conosciute e avranno luogo il 3,4,5,10,11,12 di agosto.

Anche i rientri dalle vacanze portano con sè sempre molto traffico. Finora sono stati individuati alcuni bollini rossi a fine agosto (19, 24, 25 e 26) ma anche i primi giorni di settembre (1, 2 e 9).

Segui la pagina Tasse
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!