"Napoli" è un nome proverbiale, se si vuol parlare di originalità e arguzia. Come potete immaginare, fa un bel paio con l'atmosfera del Carnevale. I festeggiamenti per il Carnevale 2017 lo stanno confermando. Il fulcro è programmato per il 28 febbraio, nel Centro storico. L'organizzazione, da qualche anno, è il frutto di una rete di collaborazione fra i quartieri popolari.

Il Martedì Grasso vedrà un Grande Corteo, che ironizzerà sui "miti buoni e cattivi" di Napoli: dal turismo a "Gomorra" alle macchiette locali.

L'appuntamento per la partenza sarà alle ore 15:00 all'Asilo Filangieri in vico Maffei 4 (traversa di via San Gregorio Armeno) e farà le seguenti tappe: p.zza del Gesù, via Toledo, P.zza Carità. Il finale sarà in p.zza Banchi Nuovi, con tanto di "fucarone": il falò campano, solitamente tipico della festa di Sant'Antonio Abate (17 gennaio).

Al momento, la "rete sociale" del Carnevale è attiva con tanti laboratori in giro per la città. I bambini sono occupati (naturalmente) all'Asilo Filangieri.

Altri focolai di attività ludico/artistiche/musicali sono attive in spazi come Zero81, Mensa Occupata, Santa Fede Liberata.

A Carnevale ogni scienza vale

Per il 26 febbraio, è previsto invece un altro grande evento: quello di Città della Scienza. L'ingresso per i bambini sarà gratuito. Il titolo è: "A Carnevale ogni scienza vale". In luogo di un menu di dolci, ne è stato preparato uno di attività volte a trasformare la chimica e la fisica in gioco.

Innanzitutto, troveranno posto dimostrazioni, laboratori e science show.

Fra i laboratori, ce ne sarà uno di pittura, basato sull'espressività del viso. Dei giochi di abilità si occuperanno nientemeno che i Minions. Un'altra attività farà il verso a Masterchef. Poi, Twister Gigante, Art Attack con pistole a tempera, L'angolo delle foto (per ricordare) e La Magichite: bolle giganti, disegni animati, trasformismo e risate.

Bambini: le maschere più originali

Come abbiamo preannunciato, però, il vero bello del Carnevale napoletano è già arrivato. Sono le maschere dei bambini, le più ironiche e originali. Complice Twitter, non sono un segreto per nessuno. Molto amate sono le versioni in miniatura delle celebrità televisive: abbiamo il Boss delle Cerimonie, Pamela Prati, Papa Francesco.

Ma spunta anche una baby - Frida Kahlo.

E' immancabile un Maradona, nonché il "nonno moderno" di Made in Sud. Qualcuno ha pensato a un becchino. (Sarà perché il Carnevale è una delle cose più effimere?). Poi, qualche coppia celebre: Leonardo Di Caprio e Kate Winslet (resi indimenticabili da "Titanic"), Gianluca Vacchi e signora.

La simpatia del web, finora, è stata vinta soprattutto dai piccoli Maria De Filippi e Maurizio Costanzo. Però, a nostro modesto parere, il premio dell'originalità spetta a chi ha trasformato il proprio pargolo nel tradizionale purpetiello: piccolo polipo in umido con pomodoro, creazione dei pescatori napoletani.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto