Una vera e propria tragedia [VIDEO]si è consumata nelle scorse ore in Provincia di Napoli, precisamente nel Comune di Cardito, dove una giovane donna di appena trent'anni, madre di un bimbo piccolo di appena quattro anni, ha perso la vita a seguito di un incidente stradale. La donna, Tonia Perrella, originaria di Caivano, se n'è andata poco prima dell'alba di sabato mattina. Secondo quanto riferisce il sito Today.it, infatti, la giovane madre era a bordo della sua utilitaria quando ha perso il controllo della macchina, andando a finire contro un muro che non gli ha lasciato scampo.

Tragedia a Napoli: muore una donna di trenta anni in un incidente stradale

Stando a a quanto si apprende dal sito in questione, le dinamiche del drammatico incidente sono ancora in corso di accertamento, ma probabilmente il tutto si è verificato a causa di un attimo di distrazione o di un colpo di sonno che si rivelato fatale.

L'impatto è stato talmente violento che la trentenne è morta sul colpo. Negli istanti immediatamente successivi alla tragedia, le forze dell'ordine hanno avviato le indagini per cercare di ricostruire la dinamica [VIDEO]dell'incidente [VIDEO], controllando anche le eventuali riprese delle telecamere di sicurezza presenti nel luogo in cui si è consumato l'incidente. Il tutto si è verificato poco dopo le cinque del mattino, quando è stata accompagnata alla sua automobile parcheggiata nel posto in cui lavorava, dopo aver trascorso una serata in discoteca con alcuni conoscenti.

Tantissimi i messaggi di cordoglio nei confronti della giovane e della sua famiglia

Per raggiungere la sua abitazione a Caivano avrebbe dovuto percorrere pochi chilometri, ma purtroppo durante il tragitto qualcosa è andato storto.

Nel momento in cui il personale del pronto soccorso è arrivato sul posto, hanno trovato la donna già fuori dalla vettura e priva di vita. La morte della giovane Tonia inevitabilmente ha provocato dolore e sgomento non solo in suo marito e nei suoi familiari, anche perché era una ragazza molto conosciuta, essendo una dipendente di una nota palestra del Comune napoletano. La donna era madre di un bambino di appena quattro anni e, una volta diffusasi la notizia del drammatico episodio, sono stati tantissimi i messaggi di cordoglio e vicinanza che sono stati scritti sui social network. "Ti ricorderò per sempre sorridente. Che tragedia, non ci posso credere", questo è uno dei tanti messaggi pubblicati sul web a seguito dell'incidente.