Il presidente Obama dice che lespese degli Stati Uniti per la difesa ammontano al 3% del PIL mentrela media europea è dell'1%. In realtà secondo la StockolmInternational Peace Research Study, gli USA spenderebbero il 4,3del PIL mentre l'Unione Europea il 2,3 %. Nella graduatoria stilatada questa organizzazione spicca l'Eritrea con il 20,3 % del PIL spesoin armamenti e al polo opposto il Messico con lo 0,5%. In ogni casoun mare di soldi, che in un'ottica razionale di utilizzo dellerisorse rappresentano una vera follia umana, considerando che nel mondo c'è chi vive con meno di 2 dollari al giorno.

Il discorso del Presidente Obama poggiasu una tecnica vecchia: trasformare un assunto in undato di fatto inoppugnabile, escludendo qualsiasi premessa econsiderando il dato come verità implicita. In altre parole se dicoche l'Europa spende meno degli USA in armi, senza fare alcunapremessa che non sia data per scontata (la difesa ha bisogno diarmi), affermo implicitamente che è giusto spendere soldi per learmi e che è ingiusta la discriminazione fra paese e paese. Maproprio questo è il punto Mr Obama.

Perché prima dovrebbe spiegarcida chi di grazia dovremmo difenderci con tutte quelle armi e perchémai dovremmo dare per scontate le guerre.

Se poi ripercorriamo la storia degliultimi anni, scopriamo che le guerre targate USA, senza nemmeno ilbenestare dell'ONU, sono state fatte con pretesti truffaldini come learmi di distruzione di massa (do you remember il borotalco presentatocome antrace da Mr Colin Powell al mondo intero?).

Mr Obama è preoccupato non solo diperdere una bella partita di caccia F35, un prodottoritagliato su misura per chi come l'Italia non può acquistarebombardieri a lunga gittata (perché? Forse siamo poco affidabili?),ma soprattutto di vedere la compattezza degli stati servi sgretolarsidi fronte alla pressione dei cittadini e all'incombere della crisi.Per sovrammercato Mr Obama ha cercato di venderci anche il suo gas,non si sa mai.

Non si sa se Mr Obama abbia fatto abbiafatto buoni affari, di certo vassalli e valvassori sono avvisati: una genuflessione è per sempre.

Segui la nostra pagina Facebook!