Ieri sera, lunedì 24 luglio, è andata in onda la quinta delle sei puntate del reality più caldo dell’estate: Temptation Island. Per chi non conoscesse esattamente le dinamiche intrinseche a questa trasmissione, c’è da dire che sei coppie di fidanzati, non sposate e senza figli avuti insieme, decidono di prendere parte all’esperienza accettando di trascorrere 21 giorni lontani dai rispettivi fidanzati e fidanzate per mettere alla prova i propri sentimenti. Ma il ruolo scottante, la vera tentazione celata dietro questo reality, viene ricoperto dai tentatori e dalle tentatrici, i quali dovranno trascorrere l’esperienza insieme ai membri delle coppie cercando di “tentarli” e di metterli alla prova.

Temptation Island e i contenuti trash

Al momento tre coppie hanno già abbandonato il reality: Riccardo e Camilla, i quali hanno chiesto il falò di confronto dopo pochissimi giorni poiché non tolleravano più la lontananza e determinati comportamenti reciproci; Ruben e Francesca, la coppia più discussa di questa edizione a causa delle offensive parole adoperate da Francesca per descrivere il suo uomo e la sua relazione; ed, infine, Sara e Nicola, i quali hanno lasciato l’esperienza da single per volere di Sara poiché non condivideva i comportamenti assunti dal fidanzato.

Il programma, dai caratteri tipicamente trash e un po’ trasgressivi, è ovviamente oggetto di apprezzamenti ma anche di notevoli critiche. Per i temi trattati e le vicende messe in evidenza, la trasmissione è sicuramente tra le più bollenti di tutta l’estate.

I contenuti sono inadatti al target di riferimento

Attraverso un’analisi dello share è stato rilevato che questa esperienza ha raggiunto il 18 % di share, riuscendo a coinvolgere un pubblico che oscilla, per la maggior parte, dai 15 ai 24 anni.

Parliamo, dunque, di un pubblico essenzialmente giovane che si sta appena apprestando a vivere le prime esperienze sentimentali e che, data la fragilità e l’ancora ovvia inesperienza in merito, tende ad idolatrare alcuni personaggi cercando di emulare determinati comportamenti. È proprio per questo motivo che Temptation Island è nella bufera mediatica, sommerso da critiche. Mandare in onda situazioni che non fanno altro che mettere in evidenza comportamenti devianti, tradimenti e assenza di rispetto reciproco, non fa altro che fomentare le masse di giovani a compiere gli stessi gesti.

Pertanto, l’opinione pubblica è molto severa in merito, la critica è senza pietà specie considerando il target di riferimento a cui si rivolge il reality.

Segui la nostra pagina Facebook!