Lautaro Martinez è uno dei giocatori maggiormente in discussione nell’ambiente interista. Il numero dieci argentino è un talento, potenziale top player, ma fino ad ora è ben lontano da questo appellativo. Per l’attacco di Antonio Conte è un giocatore insostituibile e un tesoro da gestire per il prossimo mercato. C'è chi non lo considera totalmente incedibile al pari di Romelu Lukaku. L'argentino, classe '99, che il prossimo 22 agosto compirà 24 anni, potrebbe diventare un big. Proprio per questo l'Inter sta accelerando sul rinnovo del suo contratto, in scadenza il 30 giugno 2023 con un ingaggio di 2,5 milioni.

Tra le parti chiamate in causa c'è, però, ancora un leggero distacco sulle cifre.

Incontro tra la società e gli agenti

Nella giornata del 20 gennaio la dirigenza nerazzurra ha tenuto un incontro interlocutorio con gli agenti del giocatore. Sul banco è stato posto il rinnovo che, per la distanza tra le parti, fatica ad arrivare. Il giocatore chiede un ingaggio di 7 milioni, mentre l'Inter non vuole andare oltre i 5. Da non dimenticare la clausola rescissoria di 111 milioni di euro. Troppa, forse, per un giocatore che ha ancora margini di crescita ed è solo all'inizio della sua carriera. Per il bene di entrambe le parti non è escluso che prossimamente possa essere cancellata.

Lautaro, una spalla per Lukaku

Difficile, e quasi inimmaginabile, che qualcuno possa pagare una clausola così alta in questo periodo, e che, oltretutto, non si addice ancora al Toro Martinez, non ai livelli di un vero top player.

La crisi da covid ha ridimensionato gli obiettivi delle società calcistiche, per quanto riguarda il fronte del mercato. Nessuno potrebbe permettersi acquisti così onerosi.

Ecco perché l'Inter ha intenzione di trovare un accordo con il giocatore sull'ingaggio delle prossime stagioni, che potrebbe aggirarsi attorno ai 6/ 6,5 milioni di euro a stagione.

In più, al momento, non si registrano veri e propri interessamenti dal Barcellona, che aveva affondato il colpo l'estate scorsa proponendo al dieci argentino uno stipendio di dieci milioni di euro. Si è parlato anche del Manchester City, che potrebbe sostituire un eventuale uscita di Aguero, ma per ora, tutto tace. Senza alcun tipo di proposta nei prossimi mesi, il futuro di Lautaro potrebbe essere sempre più in nerazzurro, con uno stipendio più ricco e lui che dovrà essere pronto a regalare ai tifosi interisti goal e giocate insieme al suo compagno d'attacco Romelu Lukaku.

Il belga è il partner ideale lì davanti. I due insieme hanno il rendimento migliore d'Europa. Per il belga i goal in nerazzurro sono 51 in 74 gare ufficiali, mentre per l'argentino 40 in 109 partite. Il divario c'è ed è innegabile. Tuttavia Romelu ha quattro anni in più e una maggiore esperienza e minuti giocati anche in altri club europei. Per questo Lautaro ha tutto il tempo per migliorare e diventare un top player.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!