Partita male , ripresa ottima. Si potrebbe riassumere così il match contro il Rende della capolista Akragas. Sotto di due reti dopo nemmeno mezz'ora dal fischio d'inizio, la squadra con caparbietà e cinismo pareggia una partita che ormai sembrava messa in cassaforte da uno strepitoso Rende.

Ormai si discute tantissimo sul modulo, che sembra troppo degradare il centrocampo, di mister Feola, però, i numeri parlano chiaro. L'Akragas è la prima della classe per scontri diretti. Prima al giro di boa e campione d'inverno del girone. E poi parliamoci chiaro. Come si fa a criticare il modulo di mister Feola, dopo aver passato due mesi d'inferno durante la "restaurazione" post Rigoli?

Le pagelle

Lo Monaco: oggi il ragazzo ha dimostrato che sta migliorando piano piano. Ha salvato il risultato in una occasione. Merita qualcosa in più della sufficienza. Voto 6,5

Dentice: davvero migliorato rispetto ad alcune uscite fa. Forse un po' in ritardo di preparazione post-feste, tuttavia non gli si rimprovera nulla. Voto 6,5 . (Dall'82° Tresor: voto 5.)

Terminiello: la giornata più brutta della sua carriera all'Akragas. Sbaglia un gol già fatto sottoporta, e sul secondo gol subìto ha delle precise responsabilità. Deve maturare. Voto 4,5.

Vindigni: "The wall" fino ad oggi. Il migliore della partita, ma solo di mezzo scalino sul podio dopo Chiavaro. Fossero 11 Vindigni in campo sarebbe un lusso da Serie A.

Voto 8.

Chiavaro: due gol da cineteca. Il primo da premio oscar. Il secondo da ricordare perchè ha dato la "testa" della classifica all' Akragas. Voto 8,5 e migliore in campo.

Baiocco: forse in fase offensiva qualcosa si potrebbe contestare al portatore di palla, ma in fase difensiva il 39enne perugino ha tanto da insegnare ai giovani.

Voto 7.

Trofo: giganteggia in centrocampo. E' molto più maturo, però spesso và, a causa del modus operandi zemaniano di Feola sotto numero in centrocampo. Ma nei contrasti è insuperabile. Voto 6,5

Tiscione: il piccoletto palermitano sembra addentrato negli schemi feoliani. D'altronde il mister lo ha voluto fortissimamente.

Solo quel maledetto legno gli nega la gioia del gol, del resto è perfetto. Voto 7

Meloni: non è mai stato in partita. Irriconoscibile. Svogliato, assente e poco incisivo. Però l'Akragas è lì anche grazie a lui ed alla sua dote di 12 gol, gli si perdona un flop una tantum. Voto 5.

Savanarola: oggi ha indossato il numero 10. Ha corso e si è battuto per tutta l'ora che ha giocato. Forse soffre in quella posizione. Voto 6. (Dal 59' N. Arena: voto 6.)

Catania: corre tutto il tempo, e sulla sinistra risulta sempre molto pericoloso ma mai incisivo a causa del suo altruismo. Voto 6,5. (Dal 76° Longoni: voto 6)

Voto 7 al mister Feola. Caparbio ed azzardoso.

Voto 9 al pubblico che ha applaudito la squadra avversaria.

Pubblico da categoria superiore.

Pagelle del Rende

De Brasi 7 (migliore in campo per il Rende); Ruffo 5; Crispino 6,5; Piromallo 6; Musca 5; Ginobili 6,5; Gigliotti 6,5; Fiore 5; Caruso 6; Zangaro 6; Simeri 6,5.

Segui la pagina Serie D
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!