Eppur si muove! Così esclamò Galileo circa 400 anni fa riferendosi alla Terra. Parole che oggi tornano attuali più che mai se riferite al Piano Giovani Sicilia, il piano regionale varato dall'ex assessore alla Formazione Nelli Scilabra che aveva come obiettivo quello di promuovere 2000 percorsi di tirocinio a favore di giovani di età compresa tra i 25 e i 35 anni non compiuti, diplomati o in possesso di qualifica professionale, residenti in Sicilia da almeno 24 mesi, che siano inoccupati/disoccupati da almeno 6 mesi.

Le proposte di tirocinio - Ma partiamo dall'inizio per capire questa ingarbugliata vicenda.

Dopo il primo "click-day" del mese di giugno del 2014, con il quale 800 giovani avevano ottenuto il diritto al tirocinio retribuito, il Piano Giovani si bloccò definitivamente nel mese di agosto, quando il secondo "click-day" si trasformò in un vero e proprio "flop-day". Il malfunzionamento del sito internet, utile per effettuare gli incroci tra giovani ed aziende, fece esplodere la rabbia e le proteste dei ragazzi rimasti fuori. Da quel momento è successo di tutto e di più. Licenziamenti, dimissioni, contenziosi, ricorsi, controricorsi, ecc. hanno fatto si che il terzo ed ultimo "click-day", previsto per il mese di settembre, non abbia mai avuto modo di svolgersi.

I risultati - I 1600 giovani che erano riusciti ad effettuare l'incrocio con le aziende per il tirocinio si sono ritrovati con un pugno di mosche in mano.

Mesi di incertezza e di silenzi. Poi, ad un anno di distanza dal primo click-day, ecco riaccendersi le speranze. L'assessore regionale alla Formazione Mariella Lo Bello, ai microfoni della trasmissione Ditelo a RGS, ha fatto sapere che in un paio di mesi, entro l'estate al massimo, dovrebbero essere firmati i contratti che garantiranno 500 euro al mese per almeno sei mesi con possibilità di essere assunti al termine del periodo di pratica.

Non vi sono notizie, invece, riguardo al terzo click-day mai effettuato e ai 400 tirocini ancora da assegnare. Su questo fronte, almeno per il momento, non ci sono date certe.

Le risposte dall'amministrazione - Stando alle parole dell'assessore Lo Bello, 1600 giovani potranno presto iniziare i tirocini. Ai soggetti ospitanti il tirocinio per l'attività di tutoraggio sarà riconosciuto un contributo di 250 euro al mese per ogni tirocinante.

Inoltre sono previsti dei contributi e delle agevolazioni a favore delle aziende ospitanti per poter assumere il giovane che ha appena terminato il periodo di sei mesi di tirocinio. Il contributo economico sarà pari a 6000 euro per ogni giovane assunto con contratto a tempo indeterminato a tempo pieno, di 4000 euro per ogni giovane assunto con contratto a tempo indeterminato part-time, di 3000 euro per ogni giovane assunto con contratto a tempo determinato della durata di almeno 24 mesi, di 4700 euro per ogni giovane assunto con contratto di apprendistato.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!