In occasione del 40esimo compleanno del capitano della Juventus Gianluigi buffon, Nina Moric ha espresso il suo omaggio pensando ad un 'regalo speciale'. Più specificatamente, la modella croata ha invitato lo stesso portiere della Nazionale ad iscriversi nel movimento di destra radicale 'casapound Italia', movimento in cui la Moric milita da tempo. La richiesta della showgirl di origine croata, come riportato anche da un articolo sul sito 'Calcio News24', è arrivata via Facebook e ha scatenato diverse reazioni tra i seguaci della Moric e di Buffon.

Pubblicità
Pubblicità

I quarant'anni del portiere della Nazionale

Come già ricordato, il portiere della Nazionale Gianluigi Buffon ha compiuto recentemente quarant'anni. Come scritto su un articolo di Fabio Zara per 'CalcioMercato.com', nessun altro portiere è arrivato ai livelli agonistici che Buffon ha adesso. Sempre stando a quanto all'articolo pubblicato su 'CalcioMercato', l'attuale capitano della squadra bianconera è riuscito a superare anche lo storico 'portierone' juventino e della Nazionale Dino Zoff. Inoltre, lo stesso Buffon potrebbe tranquillamente permettersi altre prestazioni al top per almeno due o tre anni.

Pubblicità

Buffon e le politicamente 'ambigue' scritte sulla maglia: dall'88 a 'Boia Chi Molla'

L'invito che Nina Moric ha fatto a Gianluigi Buffon ha destato qualche sorpresa, ma ha anche permesso di ricordare alcune vicende passate. In particolare, alcuni commentatori del social hanno sostenuto che il portiere della Nazionale sia vicino alle tesi espresse da CasaPound e in generale della destra radicale tendente al neofascismo.

Tale tesi sarebbe 'provata' da delle particolari maglie che lo stesso Buffon indossò in passato, l'una avente stampato la dicitura 'Boia Chi Molla' e l'altra il numero 88 (che nel neofascismo e nel neonazismo sta ad indicare 'Heil Hitler').

Entrambi tali episodi furono spiegati da Buffon, che sostenne di non sapere dell'associazione dell'88 e del 'Boia Chi Molla' al mondo dell'estrema destra neofascista.

Di contro a questa ipotesi, c'è anche da dire che lo stesso portiere della Nazionale aveva espresso, alcuni anni fa, il suo sostegno politico a Mario Monti e al Partito Democratico di Matteo Renzi.

Quale che sia la verità e il vero orientamento ideologico e politico di Buffon, c'è da dire che influirà sicuramente poco sul giudizio sportivo e personale da dare allo stesso capitano juventino.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto