Viene esclusa dalla rosa e le compagne, in segno di solidarietà, decidono di non scendere in campo. Titti Astarita è stata esclusa dall’organico dell’Afro Napoli United per essersi candidata con una lista civica che figura nell’alleanza di centrodestra con Noi con Salvini al consiglio comunale di Marano (provincia di Napoli). La squadra si è schierata compatta al fianco del capitano e si è rifiutata di disputare il match di Coppa Campania contro il Dream Team ad Agnano. In una nota stampa il club ha sottolineato che la scelta della tesserata è incompatibile con le finalità di un sodalizio impegnato nell’integrazione degli immigrati attraverso il calcio.

“Il nostro è un progetto di inclusione, non siamo come gli altri club”.

Dall’altra parte la calciatrice della squadra partenopea non ha nascosto di aver pianto quando la società le ha comunicato il provvedimento. “Credo tanto nei valori per i quali lavorano e non avrei mai immaginato di essere discriminata” - ha dichiarato la napoletana all’Ansa.

La protesta delle compagne di squadra

La calciatrice ha spiegato di essere stata male perché il calcio è la sua passione fin da quando era bambina e che ogni volta che scendeva in campo con l’Afro Napoli si sentiva “come una ragazzina di 12 anni”. Titti Astarita ha riferito che si era resa disponibile anche ad allontanarsi dalla squadra per un po’ di tempo salvo poi essere contattata dal presidente: “Mi ha detto che dovevo scegliere tra il calcio e la candidatura e che sarebbero state contattate le mie compagne per spiegargli cosa stava accadendo”.

Inoltre la candidata al consiglio comunale di Marano ha precisato di essere antirazzista e di non essere d’accordo con alcune scelte di Salvini. “In caso contrario mi sarei presentata con la loro lista”.

La calciatrice ha affermato di essere contraria a qualsiasi tipo di discriminazione e che non è la prima volta che si candida con una lista civica.

“Da anni partecipo attivamente alla vita politica cittadina”.

'Sono antirazzista, non sono d'accordo con alcune scelte di Salvini'

Sulla questione è intervenuto anche il Ministro dell’Interno Matteo Salvini con un tweet pubblicato sul profilo personale. “Tenete la politica fuori dallo sport”. Dall’altra parte l’Afro Napoli, attraverso un comunicato stampa, ha puntualizzato di essere “addolorato” per il mancato dietrofront di Titti Astarita.

“Che compatibilità può esistere tra chi sta provando ad annientare il modello di integrazione ed il progetto del nostro club?”

La società, intervenendo nel corso della trasmissione Campania Sport in onda su Canale 21, non ha escluso l’ipotesi di ritirare la squadra dal campionato. Nel frattempo la giocatrice ha incassato la solidarietà bipartisan da Forza Italia e Partito Democratico.

Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!