È un Silvio Berlusconi incontenibile quello che è stato ospitato oggi nel salotto pomeridiano di Pomeriggio Cinque, condotto da Barbara D’Urso. Il Cavaliere ha parlato a lungo toccando vari argomenti, dalla Politica alla recente vittoria delle Regionali in Abruzzo, per concludere con un giudizio lapidario relativo al recente Festival di Sanremo. Berlusconi ha dichiarato di guardare con preoccupazione al futuro, soprattutto per quanto riguarda la direzione politica verso cui sta andando il nostro Paese.

Pubblicità
Pubblicità

Il leader di Forza Italia se l’è presa con gli italiani che hanno votato per il Movimento 5 Stelle, permettendo a Luigi Di Maio di governare l’Italia.

Berlusconi: 'Gli italiani sono usciti fuori di testa'

“Gli italiani sono diventati tutti pazzi, sono usciti fuori di testa...” così ha affermato Silvio Berlusconi, quasi alzandosi dalla poltrona, davanti a una padrona di casa stupita nel vederlo così visibilmente agitato. Poi l’invettiva è passata a tutto l’esecutivo di governo, descritto da Berlusconi come una "macedonia impazzita" che poco alla volta sta impoverendo tutto il Paese.

Silvio Berlusconi ospite a Pomeriggio Cinque: “Gli italiani sono usciti fuori di testa…”
Silvio Berlusconi ospite a Pomeriggio Cinque: “Gli italiani sono usciti fuori di testa…”

Il Cavaliere si è stupito del fatto che pur essendo molto conosciuto - a tal punto che è quasi impossibile per lui andare per strada senza essere fermato dalla gente per una fotografia - al momento del voto riesca ad avere le preferenze di solo cinque o sei italiani su cento.

La vittoria in Abruzzo, la Tav e il Festival di Sanremo

Il discorso si è poi spostato sulla recente vittoria del centrodestra in Abruzzo. A questo proposito Berlusconi ha rivendicato l’importanza della coalizione, definendola come la sola risposta ai problemi dell’Italia e descrivendo Forza Italia come l’unico partito depositario dei valori dell’Occidente.

Pubblicità

Per quanto riguarda il futuro, Berlusconi ha dichiarato di voler andare in Europa per cambiare la situazione attuale, e a proposito della recente polemica tra Lega e Movimento 5 Stelle riguardo la Tav, ha criticato duramente l'analisi costi-benefici che è stata presentata al Governo, definendola come un pretesto pieno di sciocchezze, scritto per dare ragione al M5S. "Bloccare la Tav - ha proseguito Berlusconi - significa perdere 50.000 posti di lavoro''.

Il Cavaliere ha concluso la lunga chiacchierata con Barbara D’Urso parlando anche del Festival di Sanremo e criticando le canzoni ascoltate: “Sono tutte boiate... il confronto con le mie canzoni è 100 a 5...”.

Leggi tutto e guarda il video