Stando ad un sondaggio effettuato dall’istituto di ricerca Ipsos, le misure finanziarie previste nella manovra di bilancio targata M5S-Lega verrebbero sostanzialmente bocciate dalla maggioranza di tutti gli italiani. Ad essere messe sotto accusa sarebbero i due cavalli di battaglia delle due rispettive forze politiche costituenti la maggioranza di governo: il reddito di cittadinanza voluto dal Movimento 5 Stelle del ministro del lavoro Luigi Di Maio e la quota 100 promossa dalla Lega del ministro dell’interno Matteo Salvini.

Infatti, secondo l’ultima rilevazione statistica effettuata da Ipsos per ‘Il Corriere della Sera’, il 54% di tutti gli italiani boccerebbe la misura del reddito di cittadinanza (solo il 40% di tutti gli italiani lo promuoverebbe), mentre verrebbe sostanzialmente promossa dalla maggioranza dell’elettorato pentastellato. Discorso leggermente diverso per la quota 100. Essa verrebbe promossa dal 47% dell’elettorato italiano, mentre verrebbe bocciata dal 45% di esso. Anche in questo caso, la maggioranza dell’elettorato leghista promuoverebbe la misura del prepensionamento.

Ipsos: ‘Per il 54% degli italiani, la manovra legastellata non favorirà la crescita economica’

Sempre secondo l’istituto di sondaggi Ipsos, il 54% degli italiani riterrebbe che le misure previste nella legge di bilancio del governo M5S-Lega non favoriranno la crescita economica. Il 53% degli italiani invece sarebbe dell’idea che queste misure non creeranno nuovi sbocchi occupazionali. Solo il 37% degli italiani riterrebbe che i conti pubblici della finanza pubblica, con l’approvazione di queste misure economiche, non verranno intaccati, anzi avranno effetti benevoli.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Elezioni Politiche

Il 60% degli italiani promuove l’esecutivo gialloverde

Nonostante la sequela di bocciature sulla legge finanziaria, la maggioranza governativa M5S-Lega sarebbe supportata da un alto indice di gradimento, infatti il 60% di tutti gli italiani si sentirebbe di promuovere l’esecutivo legastellato. Per una serie di motivazioni che nulla avrebbero a che spartire con l’andamento dell’economia del nostro Paese.

Infatti il 56% degli italiani promuoverebbe l’attuale governo perché starebbe esso rispettando il contratto di governo stipulato dopo le elezioni del 4 marzo 2018. Inoltre il 51% degli italiani, nonostante le continui liti tra Lega e M5S, sarebbe convinto della coesione e della tenuta del governo gialloverde.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto