Il ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini, ha indicato i principali obiettivi della maggioranza governativa gialloverde, una volta archiviate definitivamente le elezioni europee, in programma il 26 di questo mese. Intervenendo nel corso della trasmissione radiofonica Radio Anch’io, in onda su Radio Rai 1, il vicepresidente del Consiglio leghista ha spiegato che la priorità di questo Paese "è anzitutto abbassare le tasse, così come è riportato nel contratto di governo, una tassa unica per le famiglie e per le imprese che è l’unico modo per far correre l’Italia".

Salvini chiede il voto per cambiare l'Europa: 'Non chiedo alcuna poltrona in più'

"Nessuno è mai riuscito a fare una tassa unica per imprese e famiglie al quindici per cento e invece l’unico modo per far correre l’Italia è creare Lavoro stabile e, siccome il lavoro lo creano le imprese, bisogna abbassare le tasse alle imprese", ha precisato il titolare del Viminale. A questo proposito, il leader del Carroccio ha poi spiegato: "Io chiedo il voto per cambiare l’Europa, non chiedo alcuna poltrona in più".

Se poi la Lega sarà il primo partito sia in Italia che in Europa, a quel punto, a detta di Salvini, la Flat Tax diverrà una priorità.

Il capo della Lega ha anche sottolineato la necessità di rivedere il reato d’abuso di ufficio, volendo di fatto scommettere sulla buona fede di imprenditori, artigiani e sindaci italiani: "Abbiamo una burocrazia e una paura di firmare gli atti, di aprire i cantieri e di sistemare sia le scuole che gli ospedali".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini M5S

E ancora: "Bisogna togliere burocrazia, togliere vincoli, fare, liberare. Se per paura che qualcuno rubi blocchiamo tutto", allora tanto vale inserire il cartello affittasi ai confini dell’Italia, offrendoci alla prima multinazionale cinese che si presenti nel nostro Paese.

Scontro Di Maio-Salvini sulla revisione del reato d'abuso di ufficio, poi in serata il chiarimento

Dichiarazioni che chiariscono la posizione della Lega e cioè quella di rivedere il reato d'abuso di ufficio, senza affatto cancellarlo, in linea dunque con quella anche del Movimento 5 Stelle.

In un primo momento, infatti, il capo politico pentastellato, Luigi Di Maio, era intervenuto sull’argomento, ribadendo la contrarietà del Movimento 5 Stelle ad un’eventuale cancellazione dell’abuso di ufficio: "Non è che togliendo un reato sistemi le cose [...], più lavoro e meno str...e!", ha sbottato sui suoi profili social il vicepresidente del consiglio grillino. Poi in serata il chiarimento tra le parti, infatti il ministro Di Maio ha dichiarato: "Salvini vuole solo migliorarlo e c’è una bella differenza".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto