Oggi, in Piazza San Giovanni a Roma, sarà la giornata dell'Orgoglio Italiano. Almeno è questa l'intenzione di Matteo Salvini, organizzatore (insieme al suo partito) della grande manifestazione di oggi, sabato 19 ottobre. All'appello della Lega, che aveva chiesto ai suoi alleati del centrodestra di partecipare alla manifestazione, hanno risposto 'Forza Italia' di Silvio Berlusconi e 'Fratelli d'Italia' di Giorgia Meloni.

La manifestazione avrà al centro il dissenso verso il governo giallorosso e in particolare verso le misure economiche stabilite dalla Manovra Finanziaria pubblicata pochi giorni fa. Non mancano, tuttavia, le polemiche: infatti alla partecipazione ha aderito anche Casapound, come dichiarato dallo stesso partito di estrema destra. Questaadesione ha spaccato il centrodestra e in particolare Forza Italia, dove vi sono state voci di aperto dissenso nei confronti di questa partecipazione.

Migliaia di persone attese in piazza, ma nel centrodestra intanto si litiga

Gli organizzatori attendono migliaia di partecipanti alla manifestazione. Molte sono le persone già in piazza e molte altre starebbero arrivando via bus e treno. Intanto, però, il clima nel centrodestra appare tutt'altro che mite. Nelle scorse ore, infatti, la leader di 'Fratelli d'Italia' Giorgia Meloni ha apertamente criticato la scelta della Lega di posizionare sul palco solo i loro vessilli e bandiere.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini Lega Nord

Ma i dissidi maggiori si sono avuti, come detto, a causa dell'adesione di Casapound alla manifestazione; alcuni importanti esponenti di 'Forza Italia' hanno pubblicamente criticato tale adesione, su tutti Mara Carfagna e Renato Brunetta. A gettare acqua sul fuoco ci ha pensato Silvio Berlusconi, che ha cercato di smorzare le polemiche dichiarandosi non infastidito dall'adesione del partito di estrema destra.

Matteo Salvini: 'La piazza è di tutti', ma alcuni manifestanti hanno accolto con insulti il giornalista Gad Lerner

La manifestazione si è aperta con un ricordo ai due poliziotti uccisi a Trieste: a loro è stato infatti dedicato un minuto di silenzio. Successivamente sono arrivate le dichiarazioni del leader della Lega Matteo Salvini: "non è la piazza di nessun leader, ma è solo degli italiani". Tuttavia non tutti i manifestanti sembrano pensarla in questo modo: come riportato dal 'Corriere della Sera' il giornalista Gad Lerner, all'arrivo in piazza, è infatti stato accerchiato da alcuni manifestanti ed è stato accolto da insulti.

Intanto sarebbero circa 2.000 i militanti di Casapound presenti alla manifestazione. Nel corso della serata parleranno dal palco anche Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi. A chiudere la manifestazione sarà Matteo Salvini.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto