Giuseppe Conte infuriato con Angela Merkel e con tutti quei leader europei contrari all’introduzione degli eurobond per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Gli stessi che spingono, al contrario, per utilizzare il Meccanismo europeo di stabilità (Mes). Soluzione al problema della crisi economica in atto che non ha trovato assolutamente d’accordo il Presidente del Consiglio italiano durante il recente Consiglio europeo. Conte ha battuto i pugni sul tavolo pretendendo i cosiddetti coronabond, seguito da altri capi di Stato e di Governo come il francese Emmanuel Macron o lo spagnolo Pedro Sanchez.

A questo proposito, risulta interessante la ricostruzione del Consiglio fatta da Federico Fubini sul Corriere della Sera. Conte avrebbe tuonato contro il Mes e accusato la Merkel di guardare il mondo con gli occhiali di dieci anni fa.

Il presunto battibecco tra Conte e Merkel durante il Consiglio europeo

Nella sua ricostruzione pubblicata dal Corriere della Sera sabato 28 marzo, Federico Fubini parla di “contrasti e divisioni” durante il recente Consiglio europeo in merito alle contromisure economiche da adottare per arginare la crisi prodotta dalla diffusione del coronavirus. Il noto editorialista aggiunge anche il succoso particolare di un presunto “battibecco” verificatosi tra la Cancelliera tedesca, Angela Merkel, e il Presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte.

Dopo sei ore di videoconferenza tra i 27 leader della Ue, Conte ha infatti messo in chiaro che si sarebbe rifiutato di firmare “le conclusioni del vertice" se in esse fosse stato solo "citato" il Mes come possibile "risposta" alla recessione economica provocata dal coronavirus.

Giuseppe Conte accusa Angela Merkel: ‘Guardi il mondo con gli occhiali di dieci anni fa’

A quel punto, racconta Fubini, la Merkel avrebbe “mostrato gli spigoli” esclamando: “Questo è lo strumento che abbiamo, non capisco perché tu voglia minarlo”. Durissima presa di posizione che, invece di intimidire il Premer italiano, gli avrebbe al contrario messo il sale sulla coda.

“State guardando alla realtà di oggi con gli occhiali di dieci anni fa - avrebbe affermato Conte - il Mes è stato disegnato per Paesi che hanno commesso errori”. Bocciatura del Mes che avrebbe quindi convinto anche il Presidente francese Macron a schierarsi dalla parte di italiani e spagnoli.

La Cancelliera tedesca dice 'no' a eurobond e Mes

Il notista del Corriere della Sera informa anche del fatto che Angela Merkel, fino al momento dello scontro con Conte sul Mes, aveva deciso di tenere un profilo basso. Collegata in video-conferenza dalla sua casa di Berlino dove sta trascorrendo la quarantena, la Merkel avrebbe dapprima ammesso l’impossibilità del far approvare al Parlamento tedesco gli eurobond.

Poi avrebbe ammonito sul fatto di non poter promettere niente ai partner europei, con evidente riferimento alla richiesta di coronabond firmata dall’Italia di Conte seguita da Francia, Spagna Portogallo, Belgio, Lussemburgo, Irlanda, Slovenia e Grecia.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!