La pandemia provocata dal Coronavirus Sars-CoV-2 continua a far preoccupare l'Italia ed i suoi cittadini. Il premier Giuseppe Conte, nelle scorse ore, ha approvato un nuovo dpcm valido da oggi 13 ottobre fino al prossimo 13 novembre. Nel nostro Paese i casi di malattia da Covid-19 sono considerevolmente aumentati nelle scorse settimane, motivo per cui l'Esecutivo ha voluto varare un nuovo piano anti contagio per evitare di dover adottare un lockdown totale in futuro. La firma al nuovo dpcm è arrivata dopo il via libera del Comitato tecnico scientifico e delle Regioni al testo definitivo proposto dal governo.

Le nuove regole in vigore da oggi 13 ottobre

Da oggi 13 ottobre scattano quindi nuove regole per contenere il contagio. Come già detto in apertura il provvedimento è valido fino al prossimo 13 novembre. Le autorità, in questo periodo, terranno sotto costante controllo la curva epidemiologica, pronte ad intervenire qualora questa dovesse continuare a crescere. Per i prossimi 30 giorni i locali pubblici dovranno quindi abbassare la loro saracinesca entro la mezzanotte, mentre dalle ore 21:00 non si potrà sostare all'esterno dei locali per consumare cibi o bevande. Sono vietati anche tutti gli sport di contatto praticati a livello amatoriale come calcetto e basket.

Bar e ristoranti fino alla mezzanotte potranno continuare a servire i clienti regolarmente seduti ai tavoli, sia che questi siano all'esterno che all'interno delle attività commerciali.

Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio e da asporto. Il nuovo dpcm introduce anche regole per quanto riguarda le feste private nelle abitazioni: una persona potrà far entrare in casa sua un massimo di sei persone. Si deve precisare che questo non è un obbligo ma solo un invito che il Governo rivolge alle persone.

Resta l'obbligo invece di indossare la mascherina all'aperto anche quando si cammina normalmente e se ci si trova insieme a persone non conviventi nello stesso nucleo famigliare. I dispositivi di protezione individuale potranno non essere indossati solo da coloro che praticano l'attività sportiva.

Sono sospese le gite scolastiche

Il nuovo dpcm varato dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal ministro della Salute, Roberto Speranza, introduce anche il divieto di effettuare gite scolastiche. Per quanto riguarda poi altre attività come cinema e teatri il limite di partecipanti viene abbassato di 200 al chiuso e di 1.000 all'aperto. Qui ci sarà il vincolo di rispettare la distanza interpersonale di un metro. Tutte le Regioni e le provincie autonome potranno varare solo provvedimenti più restrittivi di quelli presi dall'Esecutivo. Fino al prossimo 13 novembre sono poi sospesi tutti gli eventi che implichino il crearsi di assembramenti consistenti.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!